thohir_moratti
Calcio

Inter: incontro Thohir-Moratti, ma il futuro è ancora incerto

Il presidente del Triplete vuole sempre cedere le sue quote di minoranza, ma l'indonesiano continua a dichiararsi non interessato

Era stato chiaro Massimo Moratti lo scorso 19 ottobre in occasione dell'assemblea dei soci dell'Inter: "Non voglio sicuramente rimanere come qualcuno di intoccabile che va contro il progetto della società. E' bello sentirsi necessari, ma se non lo si è più, si può fare qualcos'altro. La società attuale sta facendo molto bene, possono continuare benissimo senza di me". L'intenzione, insomma, era e rimane quella di cedere le sue quote, pari al al 29,5% del pacchetto azionario del club nerazzurro e formalmente intestate ai figli Angelomario e Giovanni.

Intenzione che Moratti ha probabilmente ribadito oggi a Milano durante il pranzo di lavoro con il suo socio. Che sempre lo scorso 19 ottobre era stato però altrettanto chiaro nel fotografare la situazione: "Non abbiamo nessuna intenzione di cambiare le nostre relazioni, siamo andati bene finora e siamo rispettosi della nostra partnership. Entrambe le controparti vogliono lavorare nell'interesse del club", aveva infatti replicato Thohir nella conferenza stampa dopo la famosa assemblea societaria.

Al momento, non pare che il n°1 indonesiano abbia cambiato idea, pur essendo consapevole che a novembre 2016 scadrà la clausola che blocca possibile rivoluzioni all'interno del club e che quindi quel famoso 29.5% potrebbe anche finire nelle mani di altri acquirenti e quindi soci di minoranza...

In attesa di chiarimenti, in queste settimane i dirigenti dell'Inter si stanno occupando anche della delicata trattativa di rinnovo con Pirelli, il cui contratto è invece in scadenza a giugno 2016. E anche qui tutto è ancora in sospeso, perché con l'eventuale uscita dell'amico Moratti, anche Marco Tronchetti Provera potrebbe decidere di lasciare la sponsorizzazione del club nerazzurro.

© Riproduzione Riservata

Commenti