Calcio

Tutto su Erick Thohir, il magnate indonesiano che vuole l'Inter

E' tra gli uomini più ricchi di Giacarta e ha un impero mediatico fatto di tv, giornali e radio - Speciale calciomercato in diretta - Fotostoria: l'Inter di Moratti - il sondaggio -

Erick Thohir

Da più parti arrivano conferme: Massimo Moratti ha incontrato Erick Thohir, magnate indonesiano intenzionato a comprare la quota di maggioranza dell'Inter. Tra gli uomini più potenti di Indonesia, cresciuto e laureatosi negli Usa, è conosciuto nel suo paese come un milionario ambizioso che raramente non ottiene ciò che vuole. Come qualche anno fa quando comunicò ai suoi soci della Mahaka Media, il gruppo editoriale da lui fondato, di voler comprare una squadra dell'Nba. La notizia, come quella dell'interesse per l'Inter, trovò spazio su tutti i giornali indonesiani, soprattutto su Republika, giornale di proprietà di Thohir così come diverse radio ed emittenti locali.

Nessuna bufala, il magnate aveva da tempo imbastito l'operazione andata poi a buon fine: ha costruito un consorzio insieme all'ex giocatore Jason Levien, al manager Joshua Harris, all'attore Will Smith e alla moglie di quest'ultimo Jada Pinkett Smith, con i quali ha comprato una percentuale dei Philadelphia 76ers. Lo scorso anno sempre insieme a Levian ha anche rilevato il DC United, squadra di calcio più titolata degli Usa. Imprese che si fondano su uno dei precetti più importanti di Thohir, il motto "mai giocare da solo, ma avere sempre partner affidabili con cui gestire i propri business". Un insegnamento imparato da suo padre Teddy Thohir, proprietario della Astra International, storica azienda indonesiana partner di marchi importanti del mondo dell'automobile quali Toyota, Peugeot e Daihatsu e con interessi anche nei settori dei servizi finanziari e delle infrastrutture con 20 miliardi di dollari di fatturato l'anno.

Erick si è formato negli Stati Uniti dove ha studiato e si è laureato prima di tornare in Indonesia e diventare il re incontrastato della comunicazione. Diverse radio, tre televisioni gestite con il socio Anindya Bakrie, riviste sportive, società pubblicitarie, di ticketing e dell'editoria on-line. Un impero che è stato fondamentale lo scorso anno durante la tournée estiva dell'Inter in Indonesia. La squadra nerazzurra è stata travolta dall'entusiasmo locale, una reazione che ha consolidato un'idea già presente da tempo nella testa di Thohir. Il progetto è ora quello di subentrare nelle quote dell'Inter e l'incontro avvenuto lunedì con Massimo Moratti nella villa di Imbersago ha messo le basi per un'operazione sempre più fattibile. Thohir non vuole però fermarsi qui, l'obiettivo è infatti ottenere il 51% delle azioni per diventare socio di maggioranza nerazzurro, un'idea che fa storcere il naso all'attuale proprietà. Moratti vorrebbe un socio capace di portare liquidità nel club ma la fame di potere di Thohir ha sorpreso tutti. Quello che potrebbe creare complicazioni è l'eco mediatico che la vicenda sta avendo in Italia. La famiglia Thohir, tra le più ricche di Giacarta, avrebbe preferito tenere al segreto la trattativa.

© Riproduzione Riservata

Commenti