Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Calcio

Tutti pazzi per #ibra. Rimpianto-Milan: valeva solo 20 milioni di euro?

La prodezza di Stoccolma gli farà guadagnare punti nella corsa al Pallone d'Oro. La quotazione estiva era adeguata?

Zlatan Ibrahimovic esulta dopo la rovesciata contro l'Inghilterra (Credits: EPA/FREDRIK SANDBERG)

La sua rovesciata è diventata un fenomeno mondiale nel giro di pochi minuti. #ibrahimovic (o #ibra) è nei Twitter trends da pochi istanti dopo che lo svedese l'ha realizzata meravigliando gli spettatori accorsi alla Friends Arena di Stoccolma. E' diventata un fenomeno globale. Un esempio? E' uno degli argomenti più scambiati in rete in Europa (scontato), Stati Uniti, Colombia, Brasile, Argentina, Cile, Perù, Arabia Saudita, Egitto, Tanzania (sì, anche Tanzania) e Australia.

Insomma il giro del mondo in milioni di clic e non potrebbe essere diversamente per un gesto atletico e tecnico che ha meravigliato prima di tutto per la follia di averci anche solo pensato, con Hart fuori dai pali ma una distanza dalla porta di non meno di 30 metri. Pazzo Ibra ad averci provato e fortunati tutti quelli che lo hanno potuto ammirare.

Le prime pagine del giorno dopo lo celebrano come un eroe anche in Inghilterra. Il poker servito alla nazionale di Hodgson è stato quasi spazzato via dalla meraviglia della rovesciata finale regalando a Zlatan una visibilità che forse mai ha avuto in passato a livello internazionale. Quanto varrà in termini di punti (e posizioni) nella classifica del Pallone d'Oro? Molto, a giudicare dal rilievo dato anche negli angoli più lontani del pianeta alla sua impresa. Non abbastanza per spingerlo sul podio, ma sufficiente per tenersi dietro molti degli altri 22 finalisti.

Di sicuro la Fifa dovrà ragionare sull'opportunità di riaprire la lista dei dieci gol più belli del 2012 per il premio Puskas appena pubblicata. Con tutto il rispetto per il regolamento, la magia di Ibra non può restare fuori. Sarebbe un controsenso. E qualche mal di pancia sta venendo anche ai tifosi del Milan per la cessione estiva al Psg.

Non si tratta solo di nostalgia per quello che era e non è più. Il ragionamento è più complesso. Leonardo ha sborsato 62 milioni di euro per Thiago Silva e Ibrahimovic; lo svedese è costato al Psg circa 20 milioni di euro che per il club rossonero rappresentano una plusvalenza (era stato pagato 24 milioni in tre rate di cui una già versata con ammortamento nel bilancio per circa 12 milioni), però la domanda è legittima. Quanto vale davvero Ibra?

L'inizio di stagione è stato strepitoso: 10 gol in 10 partite in Ligue1, 2 (in 4 gare) in Champions League, 6 con la Svezia tra qualificazioni mondiali e amichevoli (5 partite). Totale: 18 reti in 19 presenze. Mostruoso. Meglio anche dello score dell'anno scorso. E', soprattutto, con una dimensione internazionale fin qui sconosciuta. Davvero non si poteva monetizzare meglio? Non è stato fatto un errore di valutazione inserendolo nel pacchetto complessivo con lo strapagato Thiago Silva?

La sensazione è che evitando il 'due per uno' si potesse anche strappare di più da eventuali acquirenti che, forse, non c'erano o, forse, avrebbero potuto essere cercati meglio. Questo Ibra è un investimento per gli sceicchi che si è già rivalutato, se non a livello economico perché non è prevista una sua partenza da Parigi, almeno a livello di immagine.

Seguimi su Twitter e Facebook

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>