Calcio

Galliani, le vacanze in Brasile e l'intrigo Robinho

Il Flamengo si ritira ma ci pensa, il ruolo dell'Adidas e Pato che se ne va al Corinthians

La foto dell'incontro tra Robinho e Neymar postata dal giovane attaccante – Credits: Twitter

Galliani lavora per cederlo dopo aver giurato che avrebbe fatto di tutto per trattenerlo. Robinho si riposa e cerca di farsi vedere il più possibile perché la saudade si combatte meglio in compagnia e, magari, giocando a calcio sulla spiaggia di Rio anche a costo di sfidare le regole del Milan. Sono vacanze impegnative quelle dell'attaccante e dell'amministratore delegato rossonero.

La missione brasiliana per cedere Pato e Robinho incassando un tesoretto con cui fare mercato prosciugherà certamente le energie di Galliani. Il Natale è stato intenso. Lo sbarco a Rio de Janeiro, l'incontro con i dirigenti del Flamengo e gli spifferi sull'esistenza dell'offerta giusta (11 milioni di euro).

Poi il dietro-front dei brasiliani con un comunicato (fantasma) sul loro sito: “In base alle notizie pubblicate dalla stampa su Robinho per il Flamengo, informiamo che nel giorno 24 dicembre, il nostro futuro vice presidente Wallim Vasconcellos, insieme al gestore delle relazioni estere Flavio Godinho, ha incontrato il signor Adriano Galliani. Con il Milan abbiamo preso informazioni sulle condizioni per un trasferimento di Robinho. In virtù della valutazione fatta dal Milan, abbiamo deciso di non proseguire nelle trattative per il giocatore, almeno in questo momento. Continuiamo a lavorare comunque sul mercato in più fronti e daremo comunicazioni ufficiali quando sarà necessario”.

Apparentemente una chiusura totale. In realtà una mossa che ha lasciato al Milan il tempo per aprire anche ad altri (Santos ed Atletico Mineiro) senza chiudere al Flamengo. E infatti Galliani ha chiarito che si farà tutto dopo il 2 gennaio. L'affare potrebbe chiudersi anche per l'interesse dell'Adidas che ha appena chiuso un contratto da 132 milioni di euro nei prossimi 10 anni con il Flamengo di cui 14 subito a gennaio per la chiusura dell'accordo.

Una montagna di soldi e, infatti, l'offerta da 11 milioni di euro poi smentita sarebbe stata finanziata in gran parte proprio dall'Adidas. Il discorso insomma resta aperto mentre è a un passo dalla chiusura positiva la trattativa per cedere Pato al Corinthians per un gruzzoletto vicino ai 15 milioni di euro che, considerando anche il risparmio di 18 mesi di contratto, porterebbe l'operazione vicina a quota 30 milioni. Accordo di massima trovato nel vertice di Santo Stefano e firme che saranno apposte solo dopo Capodanno.

E Robinho? Il giocatore si rilassa giocando in spiaggia a footvolley sfidando anche il rischio di infortunio. In estate era stato Muntari a rompersi i legamenti del ginocchio in spiaggia in Ghana con gli amici. Robinho ha giocato e si è fatto riprendere dalla televisione rispondendo anche a un paio di domande del giornalista. Poi si è fatto fotografare con Neymar che ha postato lo scatto su Twitter con dedica "al mio idolo e fratello".

Solo un gesto carino o un invito esplicito a condividere in campo i prossimi mesi prima che Neymar traslochi in Europa dove è promesso al Barcellona? Galliani ha dieci giorni per chiarire l'intrigo.

Seguimi su Twitter e Facebook

© Riproduzione Riservata

Commenti