Il nostro test sullo humour degli juventini

Tutti noi abbiamo amici juventini. E quando siamo con loro, ridiamo spesso. Ma non quando parliamo di calcio. Lì diventano spassosi come Massimo Giletti e Walter Veltroni. Perdono completamente il senso dell’umorismo. Sarà per la poca abitudine alle sconfitte in …Leggi tutto

tweet-2-300x119.jpg

Tutti noi abbiamo amici juventini. E quando siamo con loro, ridiamo spesso. Ma non quando parliamo di calcio. Lì diventano spassosi come Massimo Giletti e Walter Veltroni. Perdono completamente il senso dell’umorismo. Sarà per la poca abitudine alle sconfitte in confronto – per fare l’esempio più ovvio – agli interisti, che sono stati veri e propri produttori di autoironia in quantità industriale (finché non se ne sono accorti e hanno iniziato a vantarsene, tornando i bauscia che sono). Sarà perché gli manca il contesto geografico: non sono la squadra di una città, ma vengono scelti dagli italiani di tutte le regioni per il blasone, cosa che sottrae una certa verve comica campanilistica (pensiamo ai fiorentini, ai romani o ai napoletani). Non a caso i più noti comici di fede bianconera sono Ezio Greggio e Max Pisu, non esattamente Jack Lemmon e Walter Matthau.

Ora, voi non ci conoscete ancora, ma possiamo giurarvi che all’andata abbiamo subito detto che l’affaire Nocerino-Isla non era assolutamente rigore, né abbiamo battuto ciglio sulle due giornate di squalifica a Balotelli. E come potete controllare nel post che contiene la nostra cronaca diretta di Juventus-Milan, non abbiamo potuto che constatare l’enormità del rigore sul pasticcio Amelia-Abate di domenica sera. Tuttavia, intorno alle 23,30 siamo tornati in noi – cioè, siamo tornati tifosi. E abbiamo scritto il post precedente a questo, cioè:

Ci vogliamo scusare per le cose che abbiamo detto durante la diretta. Si sa che a caldo ci si lascia trascinare dall’emotività. Perciò, ora, più lucidamente, ammettiamo di aver detto cose spiacevoli. Ed ecco quindi cosa ci sentiamo di dire ora.

LADRI!!! RIGORE INVENTATO!!! CAMPIONATO FALSATO!!! BASTA!!!!

Non faremo come Fiorello che ride alla fine delle sue battute per provocare le risate altrui; non ci metteremo a spiegarla, chi vuol capire capisca. Forse non è la nostra battuta più immediata, tanto che su twitter e facebook, tra i “like” divertiti, qualche milanista ha risposto perplesso. Offrendoci l’opportunità di rilanciare:

A quel che si dice in giro, in questi giorni Twitter è riuscito a disintegrare il primo partito italiano, figuriamoci se non si mette a fare le pulci a noi. E’ montata perciò – e non si è ancora fermata – l’ondata di sdegno degli juventini. Alcuni molto cortesi, altri decisamente più beceri, quasi tutti però accomunati dallo stesso segno distintivo: non l’hanno capita. La cosa ci ha divertito così tanto che vogliamo condividere con voi la TOP 5 TWEET DI JUVENTINI CHE NON CAPISCONO LE BATTUTE. Via!

5° posto

tweet-peppe-sassella-300x63.jpg

Grande Peppe, anche tu avere UNA CIFRA di stile.

 

4° posto

tweet-gigi-300x74.jpg

Gigi, simpatico cuore latino cn la foto piaciona nl profilo. Anke noi t vogliamo bn.
3° posto

tweet-delpierina-300x53.jpg

Non poteva mancare una rappresentante dell’altra metà del cielo – ovviamente orfana di Pintu Del Piero. Dal cesso, le mandiamo tanti baci.

 

2° posto

tweet-luca-e-cropy-300x106.jpg

Qui occorre una spiegazione: a Palermo e dintorni, fin dalla notte dei tempi, le lapidarie scritte sui muri “SUCA” vengono camuffate e corrette in “800A” per preservare il decoro cittadino. Quindi, insomma, ci stanno invitando a sucare. Comunque questo lo segnaliamo perché a quanto pare questo Luca Compiani è agente FIFA, licenza n. 1321 e fa parte dello staff di Silvano Martina, procuratore di Gigi Buffon. Una biografia trovata in Rete lo definisce “simpatico, umile e appassionato di calcio”: insomma, teoricamente, un uomo di mondo. E poi,

1° posto

tweet-croket-300x41.jpg

“Non meriti neanche l’indifferenza”, ci scrive Croket12Croket. Eppure ci risponde. Mitico!

© Riproduzione Riservata

Commenti