Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Calcio

Collovati: 'Bene i giovani, ma in difesa sono guai'

Il campione del mondo ’82 commenta la prova degli azzurri in campo nell’amichevole contro la Francia. Il migliore? El Shaarawy

Verratti, uno dei giovani più attesi nell'amichevole di ieri della Nazionale (Credits: Daniele Badolato - LaPresse)

"E' un dato di fatto. Nella partita di ieri sera contro la Francia, più che il risultato contava verificare la prova dei cosiddetti nuovi giocatori e mi pare che il risultato sia stato globalmente positivo - spiega a panorama.it il campione del mondo a Spagna '82, Fulvio Collovati -. Abbiamo molte alternative a centrocampo e in attacco. Il problema, lo ripeto da tempo, è in difesa. Perché siamo brillanti, belli, ma alla fine uno o due gol li prendiamo sempre".

L'ex difensore di Inter, Milan, Roma, Genoa e Udinese è soddisfatto per la prova offerta dagli azzurrini schierati in campo nell'amichevole contro la squadra di Deschamps, tuttavia sottolinea che c'è ancora molto da fare prima di poter dire di avere i giusti ricambi nei ruoli più importanti. Ecco nel dettaglio il suo giudizio sui giovani visti in campo ieri a Parma. Una pagella a tutti gli effetti, con tanto di voto finale.

Balotelli - 6

E' il solito. Il giocatore non si discute dal punto di vista tecnico. E' uno che ti può risolvere la partita in qualsiasi momento. Però è sempre un po' al limite nei comportamenti e negli atteggiamenti. Il suo problema è solo quello. Non si può certo mettere in discussione per le sue qualità tecniche, i problemi sono altri. E sono noti. Gli allenatori che lo allenano fatto fatica soprattutto a gestire il suo carattere. Se dovessimo dargli un ottimo voto per la gara contro la Francia, allora quando fa la prestazione da fenomeno, cosa si fa?

Verratti - 6

Su di lui ho letto stamane giudizi alterni. Alcuni giornali l'hanno spinto male, altri l'hanno giudicato meno bene. Premetto che di Pirlo ce n'è uno solo, per cui prima di fare paragoni fuori luogo, sarebbe bene riflettere sulla carriera che ha fatto il giocatore della Juve. Detto questo, la prospettiva è indubbiamente positiva, ma la partita di ieri è da considerare sufficiente, nulla più.

El Shaarawy - 7

Ancora una volta ha dimostrato di avere il fiuto per il gol. Ieri è stato determinante e chi è determinante merita sempre un voto in più.

Florenzi - 6

E' entrato in un momento un po' particolare, non è stato fortunato. Per quello che ha fatto vedere, però, non si può dire che la sua prestazione possa essere considerata sufficiente. Non me la sento di dargli un voto sotto il 6 perché è giovane e i giovani meritano fiducia, ma che fatica. Si può dire che ultimamente sia stato decisivo nella Roma, questo sì, ma in Nazionale...  

Santon e Destro. Erano tra i convocati, ma ieri sono rimasti in panchina. Potrebbero essere utili alla causa in prospettiva?

Destro sicuramente sì. Avrà un futuro ad alti livelli, questo è certo, ma se non gioca con continuità nella Roma, è un problema. Nei ragazzi di 20 anni conta molto l'aspetto caratteriale, se non giocano si demoralizzano. Santon invece così così. L'avevo elogiato anni fa, quando aveva esordito nell'Inter. Poi, si è un po' perso. Mi deve dimostrare di essere tornato a buoni livelli.

Rispetto all'ultimo Europeo, Prandelli non ha convocato Borini, ex Roma oggi al Liverpool...

Borini non è una prima punta alla Balotelli, è più una seconda punta, un lavoratore. Di lui se ne parla meno, è vero. Con le sue qualità può senza dubbio far parte del giro della Nazionale, ma davanti siamo già piuttosto coperti, difficile che riesca a trovare spazio.

Under 21 mon amour. Malgrado il ko subìto qualche giorno fa dalla Spagna, nella squadra di Mangia ci sono giocatori che potrebbero presto ricevere una chiamata del ct della Nazionale maggiore, non crede?

Peccato che si parli sempre di punte. Come Insigne, Immobile, Gabbiadini. Io rimango della mia idea. Ci servono i difensori e in questo momento non abbiamo tantissima scelta. De Sciglio? Sì, ma è un esterno destro, io parlo di un centrale che possa sostituire Barzagli, oppure Chiellini e Bonucci. Marrone? Vero, Conte l'ha provato come centrale e mi pare che non abbia fatto male, però non è un marcatore e il guaio sta tutto lì...

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Italia-Francia, una sfida lunga un secolo

La prima partita tra le due nazionali si giocò nel 1910. Finì 6 a 2 per gli azzurri. Negli anni successivi, tanti gli scontri da prima pagina agli Europei, ai Mondiali e alle Olimpiadi

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>