Ossigeno in classifica ma i problemi restano

Segui Blucerchiando su Facebook e Twitter Ossigeno, aria pura, una passeggiata in montagna. Nuovo avversario rossoblù e nuova gioia per la Samp che supera 1-0 il Bologna grazie al gol partita di Poli, al secondo centro consecutivo. Un risultato …Leggi tutto

Segui Blucerchiando su Facebook Twitter

Ossigeno, aria pura, una passeggiata in montagna. Nuovo avversario rossoblù e nuova gioia per la Samp che supera 1-0 il Bologna grazie al gol partita di Poli, al secondo centro consecutivo. Un risultato sudato e non del tutto giusto, soprattutto considerando l’inferiorità numerica degli ospiti dal 4′ del primo tempo. Sette giorni sono passati dal derby, una settimana che permette alla Samp di ritrovarsi a quota 16 prima della difficile partita di Firenze. Poi Udinese e Lazio in casa, Catania e Juventus fuori. Cinque partite per fare il giro di boa e riportare la nostra Samp ai box con la consapevolezza di dover intervenire al meglio nella finestra di mercato.

Trattative che rispetto al passato non saranno però unicamente farina del sacco di Sensibile. L’incontro tra il ds e il vicepresidente vicario della Sampdoria Edoardo Garrone non ha cambiato la situazione: l’ex Novara, nel mirino per la campagna acquisti rivelatasi errata (Poulsen, De Silvestri ed Estigarribia i principali abbagli) resterà fino a giugno e alla scadenza del suo contratto. Poi si penserà al futuro e al nome del sostituto che con tutta probabilità sarà l’ex rosanero Giorgio Perinetti. Difficile quindi prevedere quali saranno le scelte per i rinforzi, fondamentale sarà però non fare altri errori.

Nonostante la vittoria contro il Bologna la partita ha offerto diversi spunti di discussione:

1) Con il ritorno degli infortunati Ferrara tornerà al 4-3-3?
2) Quali nomi offre il mercato per i rinforzi?
3) Perchè il nostro centrocampo fatica così tanto a calciare da fuori area?
4) Come fa Tissone ad essere così lento?

1) Ferrara ha capito di non avere la rosa ideale per il suo modulo preferito. Gli infortuni, la sfortuna, il rendimento non convincente di Estigarribia e gli episodi hanno messo Ferrara alle strette. Nelle ultime due partite il solo Icardi in avanti non permette di valutare il reale peso offensivo della Samp e tutto lascia intendere che fino a fine anno difficilmente Ferrara riproporrà il 4-3-3. Un’ulteriore risposta arriverà dal mercato.

2) Appunto. Si cercheranno rinforzi per un 4-3-3 o per il modulo più recente? La certezza è la necessità di un esterno difensivo: in cima alla lista resta Dossena del Napoli anche se l’ipotesi Ziegler potrebbe essere un’alternativa. Capitolo attaccanti: cercando esterni d’attacco i nomi sul mercato non sono tanti ma ne esistono di suggestivi: Zarate è ai margini del progetto Lazio mentre Pepe non trova più spazio nella Juventus, potrebbe essere un’idea. L’attaccante centrale potrebbe non servire anche se Kozak può rientrare nel valzer delle punte.

3) Poli e Obiang sono due buoni giocatori ma la loro pericolosità dalla distanza è pari a zero. Poca voglia di prendersi responsabilità, poca forza, poca precisione. Poli addirittura a volte non sembra in grado di calciare fino in porta. Pedro ha regalato due touche degne degli All Blacks. In un momento di emergenza totale per l’attacco questo fattore incide non poco sul nostro peso offensivo.

4) Colpa dell’asado?

 

Il concorso “Vota il miglior fotomontaggio del 105° derby”

C’è tempo fino al 30 novembre per votare sulla pagina Facebook di Blucerchiando il migliore fotomontaggio per festeggiare la vittoria della Samp nel derby della Lanterna. A fine concorso l’autore (o la pagina su Facebook autrice) della grafica con più “mi piace” avrà la possibilità di essere citata in un post del blog dedicato raccontandoci anche le emozioni del derby in una breve intervista. Per votare le migliori grafiche si può accedere all’album qui.

© Riproduzione Riservata

Commenti