Soccer: Serie A; Milan-Empoli
Calcio

23° giornata - Roma graziata contro il Parma. Cesena-Juve col giallo

C'era un rigore su Nocerino non visto da Giacomelli. Lichsteiner doveva essere espulso e Ogbonna rischia il rigore. Destro, gol ok

Domenica positiva per gli arbitri italiani e ci voleva dopo una settimana di polemiche furenti. Promossi quasi tutti con un'unica bocciatura delle moviole, che assegnano l'insufficienza a Giacomelli e ai suoi collaboratori per la direzione di Roma-Parma: manca un rigore agli emiliani per netta spinta a due mani di Manolas su Nocerino. Fallo che avviene a due passi dall'addizionale di porta senza che questi intervenga. Gli altri episodi sono nell'area del Parma, ma le ricostruzioni del giorno dopo danno ragione all'arbitro per non aver punito i difensori parmensi.

Fatica anche Russo, mandato a Cesena-Juventus. La gestione dei calci di rigore è corretta (c'era quello per la capolista e non andava dato quello al Cesena per il contrasto di Ogbonna ai danni di Rodriguez), ma è da matita blu il mancato secondo giallo a Lichtsteiner che, già ammonito, trattiene in maniera plateale Defrel. Doveva finire negli spogliatoi. Risparmiato un cartellino giallo anche a Pogba. 

C'era, invece, il penalty che ha deciso Udinese-Lazio, anche se la spinta di Wague su Klose appare leggera. In ogni caso il difensore è fuori tempo e tocca sulle spalle il tedesco mettendo Massa nella condizione di fischiare. L'Udinese protesta e ricorda di essere la squadra che ha subito più rigori contro (8) della stagione, ma c'entra poco con la valutazione del singolo episodio.

Ottime le altre direzioni di gara, a partire da quella di Valeri che tornava a San Siro dopo le critiche di Pozzo e che ha fatto bene in Milan-Empoli: regolare il vantaggio di Destro, che non è in fuorigioco, e ok l'espulsione di Diego Lopez che tocca con mano all'esterno dell'area di rigore evitando una chiara occasione da gol. Inutili le proteste rossonere. In Palermo-Napoli poteva starci un mezzo rigore su Higuain nelle fasi finali della partita, ma le moviole si dividono sulla scelta di Mazzoleni di lasciar correre.

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica a oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza.

La classifica senza errori arbitrali dopo la 23° giornata

Squadra

Punti

Differenza con la reale

Juventus

52

-2

Genoa

46

+11

Roma

43

-4

Napoli

42

=

Lazio 

37

=

Fiorentina

35

-3

Inter

34

+2

Palermo

34

+1

Udinese

32

-4

Sampdoria

31

-4

Torino

31

-1

Sassuolo

29

=

Milan

27

-3

Empoli

26

+2

Verona

24

=

Atalanta

23

=

Chievo

23

-1

Cagliari

21

+1

Cesena

15

-1

Parma 

15

+4

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti