Sport

Il Barcellona vuole Benatia dalla Roma

Interessati anche Manchester City e Bayern al difensore marocchino, che il club giallorosso potrebbe cedere a 30 milioni con una ricca plus-valenza

Arrivato alla Roma dall'Udinese, Mehdi Benatia interessa ora a diverse big europee. – Credits: Getty Images.

La Roma anche in questa sessione di mercato potrebbe operare una cessione eccellente, accaparrandosi al tempo stesso una robusta plusvalenza: il centrale marocchino Mehdi Benatia è infatti diventato l'oggetto del desiderio delle big del Vecchio Continente. A febbraio si erano mosse Psg e Manchester United, mentre nelle ultime settimane è diventata spietata la corte di Bayern Monaco e Barcellona. Tutte alla ricerca di un grande difensore con il quale blindare le rispettive retroguardie.

Al momento il club maggiormente pronto a fare follie per il pilastro giallorosso è quello catalano (Luis Enrique già lo voleva ai tempi della sua militanza romanista), con i bavaresi che si stanno invece più orientando su David Luiz e il Manchester City che ha invece appena chiesto informazioni a Walter Sabatini. I rapporti fra Beguiristan e il diesse umbro sono ottimi, come testimonia l'operazione Maicon condotta in estate.

Benatia guadagna ora 1,2 milioni netti a stagione, ma le richieste di aumento di ingaggio intorno ai 3 milioni annui anticipate dal giocatore e dal suo entourage mal si conciliano con le strategie di Sabatini, che valuta il suo gioiello classe '87 almeno 30 milioni di euro. Una cifra che garantirebbe al club di James Pallotta una robusta plusvalenza (circa 15 milioni) e che verrebbe poi reinvestita sul mercato per l'eventuale sostituto. Al proposito piace il profilo del cagliaritano Davide Astori, che  - essendo mancino - però non si integrerebbe alla perfezione con Leandro Castan. Per questo motivo i capitolini potrebbero allora indirizzarsi verso Lisbona e in particolare in casa Benfica, dove sta brillando da un biennio Ezequiel Garay. Il difensore della Nazionale argentina sarà un titolare dell'Albiceleste di Sabella al Mondiale in Brasile e per acquistarlo bisogna però muoversi prima che scatti la rassegna iridata, onde evitare un'asta al rialzo.

In ogni caso, la cessione di Benatia arriverebbe solo dinanzi a un'offerta da capogiro e senza contropartite tecniche. Con l'ultima parola che spetterà comunque ai proprietari americani, i quali - in vista del ritorno da protagonisti in Champions League - potrebbero anche modificare il modus operandi dell'autofinanziamento sul mercato, blindando invece il n°17 in giallorosso.

© Riproduzione Riservata

Commenti