BASKET-EURO-2015-BIH-ISR
Basket

Europei, Italia-Israele: attenzione a Casspi, ma non solo

La stella Nba (e futuro compagno di Belinelli a Sacramento) non è l'unico talento: il roster e le statistiche dei nostri avversari negli ottavi a Lille

Dopo il girone di Berlino, chiuso dagli azzurri con un eccellente terzo posto, cresce l'attesa per la sfida di Lille, domenica alle 18,30 (diretta Sky Sport), che vedrà l'Italia affrontare Israele. La squadra guidata dalla stella Nba Omri Casspi è infatti arrivata seconda nel gruppo A, quello della Francia candidata all’oro e padrona di casa, che ha infatti chiuso con 5 vittorie e 0 sconfitte in quel di Montpellier.

Al contrario di quello dei transalpini, il cammino degli israeliani non è invece stato semplice: la squadra allenata da coach Edelshtein ha infatti ottenuto tre vittorie, una molto ampia con la Finlandia (79-66) e due di misura contro la modesta Russia (76-73) e la più tosta Polonia (75-73), venendo invece sconfitta per un solo canestro dalla Bosnia-Erzegovina (84-86) e assai pesantemente dalla Francia (61-86). Ma ecco tutto quello che c'è da sapere sui futuri avversari della nostra Nazionale...

La "stella"
Il leader indiscusso della squadra, nonché giocatore di maggior talento, è Omri Casspi, ala di 204 centimetri in forza ai Sacramento Kings. Il futuro compagno di Belinelli, in NBA dal 2009, è il terminale offensivo della squadra e il riferimento dei compagni quando le cose si mettono male. È primo praticamente in tutte le voci statistiche: punti segnati (18.5), rimbalzi (7.5) e falli subiti (6.3), il tutto in 37.8 minuti di media di utilizzo (primo anche in questo). Numeri che fanno capire quanto Casspi sia fondamentale per Israele e come coach Pianigiani dovrà cercare di limitare il giocatore dei Kings: compito che spetterà con tutta probabilità a Danilo Gallinari, il quale dovrà dunque stare attento a non spendere subito troppi falli.

Il roster
Coach Edelshtein ha utilizzato nel girone di qualificazione tutti i dodici giocatori a sua disposizione, ma i due che più hanno inciso - oltre a Casspi - sono stati Gal Mekel e Lior Eliyahu, tesserati rispettivamente per la Stella Rossa di Belgrado e per l’Hapoel Gerusalemme, vincitore a sorpresa dell'ultimo campionato israeliano ai danni dell'assai più titolato Maccabi. L’Italia dovrà inoltre fare attenzione alla fisicità di D’or Fischer, il lungo passaportato di origine americana che arpiona quasi 2 rimbalzi a partita in attacco. Hanno invece dato forfait per questi Europei tre dei giocatori più rappresentativi di questa nazionale come Yotam Halperin, Yogev Ohayon e Guy Pnini, la cui assenza è quelle che più si è fatta sentire anche a Montpellier.

Le statistiche di squadra
Israele è ai primi posti in questo Europeo per punti segnati (75 a partita), mentre non eccelle per rimbalzi catturati (32.5): quest’ultima voce è sicuramente la più confortante, visti i problemi cronici che l’Italia ha dimostrato sotto i tabelloni. Il dato che spicca nel tabellino dei nostri prossimi avversari è invece alla voce assist: quasi 21 a partita, dimostrazione che Israele gioca parecchio di squadra.

I precedenti
17-4
è il bilancio a favore dell'Italia negli scontri diretti con Israele in manifestazioni ufficiali, anche se l'ultima sfida agli Europei 2011 in Lituania s'è risolta con una cocente sconfitta per 96-95 al supplementare. Quale occasione migliore, allora, per prendersi la rivincita?

La guida completa a Eurobasket 2015
© Riproduzione Riservata

Commenti