lafayette
Basket

Basket Eurolega: l'EA7 Milano cede anche al Cedevita Zagabria

Altra sconfitta interna per l'Olimpia, che ora vede farsi decisamente in salita la strada per la Top 16 - video highlights

Non sappiamo come funzionerebbe con Andrea Cinciarini sul parquet, certo però che così non funziona proprio, almeno in Eurolega: più realizzatore (14 in tabellino) che regista Lafayette, troppo spremuto nell'uno contro tutti Gentile per portare anche la palla come accaduto in alcuni frangenti, contro il Cedevita Zagabria l'EA7 si ritrova troppo spesso in debito di idee offensive.

Se poi si aggiunge (a eccezione di Barac) la pessima prova dei lunghi, con McLean campione di ferri (2/7 da sotto) e Lawal a collezionare solo falli (3 in altrettanti minuti sul parquet prima di essere accantonato da Repesa), ecco che la frittata europea è servita: 77-68 per i croati di coach Mrsic (e del suo vice Pozzecco) e cammino dell'Olimpia verso le Top 16 che si fa decisamente in salita con la terza sconfitta in quattro incontri.


Il break vincente per gli ospiti si materializza nella seconda metà dell'ultima frazione: dal 61-61 con tripla di Gentile (top-scorer del match con 19 punti, ma anche con un poco efficace 7/17 al tiro), si passa al 63-70 con l'unica tripla di Babic (13 totali, con 5 assist) che di fatto taglia le gambe ai milanesi prima che White (15) completi il lavoro sempre da oltre l'arco per il 63-75 che a meno di due minuti dalla sirena chiude di fatto i giochi di un match in cui peraltro non brillano certo i tiratori (9/31 per l'Olimpia, 4/19 per la squadra di Zagabria dalla lunga distanza).

 

Migliore a referto nel Cedevita è in ogni caso il centro Miro Bilan, che in un'alternanza di talentuose giocate ed errori per eccesso di sufficienza ne infila 16 con 6 rimbalzi. Abbastanza per brillare alla grande sotto gli incustoditi tabelloni di un'Olimpia che ha quasi nulla pure da Hummel (2 punti in quasi 25 minuti sul parquet) e Macvan (un solo canestro anche per lui in 16 minuti). Bene invece tra i croati anche White (15 punti per l'ala Usa), mentre Pullen (protagonista in passato del nostro Campionato con Biella e Virtus Bologna) si fa vedere più per gli assist (4) che per i punti (6), ma firma comunque una buona prova in regia.

© Riproduzione Riservata

Commenti