Basket

Basket: Brindisi sogna con Samardo Samuels nell'affollata volata playoff

Il centro giamaicano (uno scudetto con Milano nel 2014) subito in evidenza al ritorno in Italia. Il punto alla 24a giornata

goss_brindisi

Goss (Brindisi): la sua esperienza in regia è ora affiancata dall'energia sotto canestro di Samuels – Credits: Francesco Iasenza

Un ritorno da mattatore: a tre anni dallo scudetto con Milano, e dopo un’originale parentesi in Cina nei Jiangsu Dragons seguita alla stagione con il Barcellona, Samardo Samuels torna subito assoluto protagonista nel nostro Campionato. A dispetto dei chilogrammi in più ben in evidenza sotto la sua nuova canotta dell'Enel Brindisi, il centro giamaicano sfodera infatti una prestazione da 17 punti (incluso un poco abituale 2/2 da oltre l’arco), 8 rimbalzi e un assist. Ma soprattutto si impossessa immediatamente di quel ruolo di leader (tanto giocoso quanto combattivo) al fianco dell’esperto Phil Goss che potrebbe giovare non poco alla squadra di coach Sacchetti, oltre tutto convintissimo sostenitore di una pallacanestro in cui divertirsi è la prima molla per arrivare a vincere. A far brillare ancora di più la prova di Samuels contro Avellino, e far così ben sperare in chiave playoff i suoi tifosi, c’è poi il fatto che sia stata messa a referto duellando quasi alla pari contro un Fesenko da 28 punti (13/16 da sotto) e 9 rimbalzi, per un 31 di valutazione che fanno dell’ucraino il migliore del turno.

I guai di Milano
A guardare con simpatia il ritorno in Serie A di Samuels saranno sicuramente stati anche tanti tifosi dell’EA7 Milano proprio nella giornata che ha però fatto registrare a Pistoia la quarta sconfitta di stagione dei campioni d’Italia, sempre decimati dagli infortuni (va registrato anche il nuovo stop per Kalnietis, con l’Olimpia di nuovo sul mercato alla ricerca di un esterno) e sempre più affaticati dagli impegni di un’Eurolega che a questo punto è solo una controproducente avventura da portare a termine con meno danni possibile. In attesa di recuperare gli uomini-cardine (a partire da Kruno Simon), coach Repesa dovrà anche saper gestire il fine- stagione di un Sanders già distratto dalle sirene di mercato turche del Fenerbahce e cercare di integrare sotto canestro i 213 cm del nuovo centro americano Kaleb Tarczewski, dal pallido esordio (5 punti, un solo rimbalzo) nella sconfitta in Toscana.

Alle spalle della capolista, la Reyer Venezia si installa da sola al secondo posto e prende un minimo vantaggio sulle altre in vista di una volata finale che promette di essere più che mai aperta, soprattutto dalla quarta all’ottava piazza.

Il giocatore
Se Fesenko è il migliore del turno, ma non riesce a evitare la sconfitta ad Avellino contro Brindisi, assolutamente determinante risulta Peppe Poeta per Torino nel successo su Cantù: per il play della Fiat 16 punti e 11 assist (suo “high” in carriera) in una vittoria che tiene i piemontesi assolutamente in corsa per i playoff.

La squadra (e l’allenatore)
Con 15 punti di Dominique Johnson, 12 di O.D. Anosike e Kangur, ma anche 11 di Giancarlo Ferrero (con 4/5 dal campo), Varese arriva alla sua quinta vittoria consecutiva superando in casa Capo d'Orlando e in poco più di un mese passa dalla lotta salvezza a quella per un remoto ma comunque possibile posto nei playoff. Per coach Attilio Caja, ormai specialista nell’entrare a stagione in corso nelle situazioni d’emergenza, è l’ennesima operazione-salvataggio andata a buon fine. Ma forse sarebbe il caso che i club di A si ricordino di lui anche prima di finire nei guai…

Il posticipo
Tutto facile per Reggio Emilia contro Brescia, priva di Michele Vitali, Moss e Lee Moore e dalla difesa a zona subito trafitta dalle triple avversarie: 7/11 già nel primo quarto, che diventano poi 17/34 in un match senza storia che vede alla fine ben otto giocatori della Grissin Bon in doppia cifra e Della Valle top-scorer con 19 punti. Nella Germani 22 punti invece per Burns e 19 per Landry, che rimane il miglior realizzatore del torneo a 19.6 di media.

La sfida-salvezza
Beffata in casa da Sassari con due tiri liberi dell’ex David Lighty, la fanalino di coda Cremona si giocherà con tutta probabilità la stagione domenica prossima sul parquet di Pesaro (diretta Sky Sport alle 12), che la precede in classifica di soli due punti. Marchigiani favoriti dal fattore-campo e anche dal risultato dell’andata, che li vide imporsi fuori casa per 73-71.

Risultati
24a giornata: Pasta Reggia Caserta-Umana Venezia 58-61, Vanoli Cremona-Banco Sardegna Sassari 77-78, Openjobmetis Varese-Betaland Capo d'Orlando 74-72, The Flexx Pistoia-EA7 Milano 85-74, Fiat Torino-Mia Cantù 87-76, Dolomiti Trentino-Consultinvest Pesaro 97-91, Enel Brindisi-Sidigas Avellino 94-74, Grissin Bon Reggio Emilia-Germani Brescia 103-70.

Classifica
Milano 40 punti; Venezia 32; Avellino 30; Trentino e Capo d'Orlando 28; Sassari e Reggio Emilia 26; Brindisi e Torino 24; Pistoia 22; Brescia, Cantù e Varese 20; Caserta 18; Pesaro 14; Cremona 12.


© Riproduzione Riservata

Commenti