Sport

"Auguri Vezzali, ma per Rio 2016..."

Parla Arianna Errigo: "Scelta che ci ha sorpreso. Difficile fare insieme le due cose"

Arianna Errigo e Valentina Vezzali sulla pedana di Londra 2012 – Credits: Getty Images Sport

Sulla pedana del fioretto di Londra 2012 le ha sbarrato la strada per la finale e poi è salita insieme a lei sul podio dell'orgoglio italiano, quello con tre bandiere azzurre sopra a tutte le altre. Arianna Errigo è avversaria più che amica di Valentina Vezzali e a lei Panorama.it chiede un parere sulla scelta della Vezzali di candidarsi con l'ex premier Monti e imboccare la carriera politica.

Arianna Errigo, cosa ne pensa della scelta di Valentina?

"E' una scelta personale e come tale va rispettata. Non ce l'aspettavamo e non sapevamo nulla. Noi pensavamo che volesse continuare con la scherma fino alle prossime Olimpiadi, ma se voleva fare diversamente ha fatto benissimo"

Decisione approvata insomma?

"Ognuno sceglie la propria strada. I Giochi di Rio nel 2016 potrebbero essere i suoi ultimi e quindi è anche normale che lei pensi di prendere strade alternative"

Lei crede davvero che possa anche preparare un'Olimpiade come quella di Rio?

"Ci credo perché conosco Valentina e la sua determinazione. Certo, poi ci saranno qualificazioni e gare da affrontare e tutte ci giocheremo tutto"

Difficile prepararsi per un'Olimpiade da vincere come ha detto Valentina e allo stesso tempo stare in Parlamento...

"Valentina è una macchina e sa benissimo a cosa va incontro. Sa quanto è importante allenarsi, ne è pienamente consapevole. Del resto quanto ha partorito dopo 4 mesi ha vinto un Mondiale... Se poi, invece, ha deciso di buttarsi solo nella politica e oggi dice che andrà anche a Rio solo per non chiudersi la strada dello sport sono scelte sue"

Ancora qualche mese fa raccontava che ci si allena 6 ore al giorno con trasferte, gare e poco tempo per recuperare...

"Se vuole restare competitiva al massimo livello lei dovrà continuare con questi ritmi. Se pensa che senza allenamenti si possa vincere... Beh, l'avrei fatto anch'io se fosse stato possibile"

E' compatibile un impegno così con il ruolo di parlamentare?

"Quantificare adesso l'impegno di Valentina in politica è impossibile. Credo che anche lei debba farsi un'idea più precisa"

Lei ha detto che si allenerà a Roma...

"Che lei pensi di arrivare ai Giochi di Rio è certo. La conosco e finché le gambe reggono non vorrà mai smettere. Dico solo che, secondo me, se deve fare un'altra attività full time diventa impossibile"

Come carattere e leadership è adatta a buttarsi in politica?

"Lo sport è lo specchio della vita, con valori che porti fuori. Penso sia una soddisfazione essere stati scelti. Se poi sia in grado o no di essere utile non lo so. Certamente fin qui ha fatto solo scherma..."

Nell'Agenda Monti la parola sport non compare mai...

"Davvero?"

L'ha sottolineato anche Petrucci. Quale 'agenda' consegna a Valentina che si butta in politica?

"Lei ha vissuto il mondo dello sport in prima persona e sa bene che non è mai stata una priorità in Italia. Basti pensare alla pratica nelle scuole. Spero che da questo punto di vista sia propositiva e ci dia una mano"

Seguimi su Twitter e Facebook

© Riproduzione Riservata

Commenti