sofia_goggia_bronzo
Altri sport

Sci, Mondiali St. Moritz: per l'Italia solo il bronzo di Sofia Goggia

Deludente il medagliere della spedizione azzurra sulle nevi svizzere: tutte le gare e i risultati

Solo una medaglia per l'Italia dello sci alpino ai Mondiali di St. Moritz, ovvero il bronzo conquistato da Sofia Goggia nello slalom gigante. Per il resto, ecco come si sono comportati gli azzurri e le azzurre sulle nevi svizzere, oltre a tutti i trionfatori nelle diverse gare in programma dal 7 al 19 febbraio.

7 febbraio: Super-G femminile
Nella gara vinta a sorpresa dall'austriaca Nicole Schmiedhofer, la migliore delle azzurre è risultata la valtellinese Elena Curtoni (5° posto); più indietro Federica Brignone (8a, dopo essere scesa con il pettorale 19), Sofia Goggia (10a) e Francesca Marsaglia (17a). L'argento è andato a Tina Weirather (Liechtenstein), il bronzo alla svizzera Lara Gut.

8 febbraio: Super-G maschile
Medaglia d'oro al canadese Erik Guay, davanti al norvegese Kjetil Jansrud e all'altro canadese Manuel Osborne-Paradis. Migliore degli italiani è Dominik Paris al 9° posto, 11° Peter Fill e più indietro Mattia Casse (19°) ed Emanuele Buzzi (23°), entrambi al loro esordio in un Mondiale.

10 febbraio: Combinata femminile
Delusione per Sofia Goggia nella combinata di sci alpino femminile. Prima dopo la discesa libera, la bergamasca è quindi partita come ultima concorrente dello slalom con quasi un secondo di vantaggio, ma ha inforcato alle prime porte. L'oro e l'argento sono così andate alle due elvetiche Wendy Holdener e Michelle Gisin, mentre l'austriaca Michaela Kirchgasser si è aggiudicata il bronzo. Eliminata anche Elena Curtoni, mentre Federica Brignone si è classificata 7a e Marta Bassino 17a. La gara è stata però macchiata dal brutto infortunio alla campionessa di casa Lara Gut: la forte atleta svizzera ha infatti riportato la rottura del crociato durante una discesa di allenamento proprio in vista dello slalom della combinata.

12 febbraio: Discesa libera maschile e femminile
Nella domenica della velocità al femminile e maschile (per il rinvio della discesa libera degli uomini causa la nebbia di sabato), grandissimo rammarico per Sofia Goggia, quarta al traguardo a 7 centesimi dal podio per un grave errore poco prima del traguardo che le fa incrociare le punte degli sci, perdendo quei decimi che probabilmente le avebbero addirittura regalato la vittoria. Oro è così la slovena Ilka Stuhec davanti all'austriaca Stephanie Venier e alla statunitense Lindsey Vonn. Le altre azzurre: 14a Elena Fanchini, 19a Verena Stuffer e 22a una coraggiosa Johanna Schnarf, in pista a pochi giorni dall'operazione alla spalla lussata nel corso di un allenamento.

In campo maschile, titolo iridato invece allo svizzero (e campione dui casa) Beat Feuz, che precede il canadese Erik Guay e l’austriaco Max Franz (18), tutti racchiusi in 37 centesimi. Il migliore degli azzurri è Peter Fill (9°), mentre Dominik Paris è 13° e Mattia Casse 20°.

13 febbraio: Combinata maschile
Podio sfiorato anche nella combinata maschile dopo la delusione di Sofia Goggia nella libera: dopo lo slalom, questa volta volta il quarto posto è di Dominik Paris, dopo che Peter Fill era uscito già nella libera della mattina. L'oro - assolutamente a sorpresa - è andato al 23enne svizzero Luca Aerni, slalomista dignitoso ma mai salito su un podio in carriera e che era solo 30° dopo la prima prova. Al secondo posto per un solo centesimo il mostro sacro dello slalom Marcel Hirscher (a sua volta 28° in discesa), bronzo all'altro svizzero Mauro Cavieziel. Eliminati invece gli altri due azzurri Mattia Casse e Riccardo Tonetti.

16 febbraio: Slalom gigante femminile
Prima medaglia per l'Italia ai Mondiali di sci in corso a St.Moritz grazie al bronzo conquistato da Sofia Goggia, sul podio alle spalle della francese Tessa Worley e dell'americana Mikaela Shiffrin. Quarta è arrivata invece Federica Brignone, mentre Manuela Moelgg s'è classificata al 6° posto e Marta Bassino all'11°.

17 febbraio: Slalom gigante maschile
Trionfo austriaco con oro al campionissimo Marcel Hirscher e argento al connazionale Roland Leitinger, 25enne mai salito prima sul podio. Bronzo al norvegese Kristian Haugen, mentre l'attesissimo francese Alexis Pinturault ha chiuso solo al 7° posto. Miglior azzurro è risultato il bolzanino Riccardo Tonetti (10°), quindi Florian Eisath (17°), Manfred Moelgg (20°) e Simon Maurberger (24°). 

18 febbraio: Slalom femminile
Fuori subito
nella prima manche Chiara Costazza, Manuela Moelgg e Irene Curtoni, l'unica azzurra a concludere la gara è Federica Brignone, ma solo al 24° posto. A vincere l'oro è la statunitense Mikaela Shiffrin (al suo terzo titolo mondiale di slalom), argento alla svizzera Wendy Holdener e bronzo alla svedese Frida Hansdotter.  

19 febbraio: Slalom maschile
Dopo l'oro nello slalom gigante e l'argento in combinata, l'austriaco Marcel Hirscher sale sul gradino più alto del podio anche nello speciale, precedendo il connazionale Manuel Feller e il tedesco Felix Neureuther. Grande sconfitto della gara a chiusura dei Mondiali è il norvegese Henrik Kristoffersen, dominatore stagionale ma solo 4° sulle nevi svizzere. Migliore degli azzurri è il trentino Stefano Gross (9°), mentre Manfred Moelgg chiude al 14° posto, Giuliano Razzoli al 22° e Patrick Thaler al 24°.

© Riproduzione Riservata

Commenti