Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Altri sport

60 anni di Jimmy Connors, il tennista che sapeva combattere

Spegne le candeline uno dei più grandi di sempre che ha rivoluzionato il tennis moderno

 

Non sarà mai il più amato di tutti i tempi ma di sicuro Jimmy Connors è stato il più grande fighter mai visto su un campo di tennis. Con i suoi record (109 titoli Atp vinti, 1519 partite giocate, 1242 vittorie) è anche il tennista più longevo, con 20 anni di carriera passati a lottare contro campioni di tre generazioni diverse.

Jimbo, questo il suo soprannome, non scendeva in campo solo con la sua Wilson di alluminio, che sul rovescio impugnava a due mani. Saliva sul ring con tutto il suo corpo, come un pugile, pronto a sputare sangue per portare a casa ogni singolo punto. La sua benzina erano gli applausi (il più delle volte gli insulti) del pubblico ai quali rispondeva con pugni alzati, urla, versi. Cose mai viste prima di lui. Una volta al Roland Garros (l'unico slam che non è riuscito a vincere) stava per crollare sotto i colpi del giovane Michael Chang. Connors vide due spettatori abbandonare lo stadio: "Dove diavolo state andando" disse loro "non è ancora finita". Le sue battaglie più belle le ha regalate agli spettatori dello US Open. Con loro Jimmy ebbe una vera e propria storia d'amore. "A New York" dice "amano vederti sputare l'anima sul campo, a Wimbledon mi facevano pulire per terra".

Nella sua carriera Connors è riuscito a litigare con tutti ma mai come con il suo alter ego John McEnroe. Tra i due c'era un odio viscerale che si tramutava in insulti reciproci ad ogni cambio di campo ma anche in sfide epiche a chi rimaneva in piedi per ultimo. Come quelle che Connors giocava da bambino con mamma Gloria, ribelle dallo spirito anarchico, che gli ha insegnato a colpire la palla in anticipo, da fondo campo, ma soprattutto a non essere mai come gli altri. Cose che non si dimenticano, nemmeno dopo 60 anni.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>