Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Altri sport

La Rolex Giraglia Cup compie 60 anni

Parte alla mezzanotte di oggi la più classica regata d'altura del Mediterraneo

La Giraglia Rolex Cup, la più classica delle regate d’altura del Mediterraneo, compie 60 anni. Nata da una chiacchierata a un tavolo di un bistrot di Parigi nell’inverno del 1952 tra Beppe Croce, presidente dello Yacht Club Italiano e René Levainville, presidente dello Yacht Club de France, che si erano messi in testa di far rinascere la vela europea dopo le tragedie della Seconda Guerra Mondiale, in questi anni ha visto tra i suoi protagonisti il meglio della vela mondiale: grandi navigatori come Eric Tabarly, skipper di Coppa America come Francesco DeAngelis, Paul Cayard e Russell Coutts,  e migliaia di appassionati pronti ad affrontare le condizioni di mare più disparate. Il bello della Giraglia è proprio questo: sulla linea della partenza si trova di tutto, dall’elegantissimo Wally alla barca da regata tiratissima, dal meglio dell’ultima tecnologia marinara all’equipaggio di amici che non smonta la griglia a poppa per godersi una bella mangiata una volta issato il vecchio spinnaker. Una volta si partiva ad anni alterni dall’Italia o dalla Francia, da quando Rolex è diventato partner ufficiale della regata, si svolgono sempre tre regate costiere a Saint Tropez e poi si parte per l’Italia. Alla prima edizione parteciparono 22 barche, da qualche anno la flotta supera sempre le 200 unità.

I partecipanti, dai professionisti ai velisti della domenica, sanno di poter trovare le condizioni più disparate: dal maestrale a 40 nodi, alle terribili piatte che accolgono gli equipaggi quando arrivano all’alba allo scoglio della Giraglia, proprio sulla punta del «dito» che c’è in cima alla Corsica. La piatta peggiore è quella che coglie le barche sul calar della sera in vista della costa italiana: basta mezz’ora di ritardo e si rischia di passare tutta la notte a ciondolare davanti al porto. Si parte sempre a mezzogiorno del mercoledì: i più fortunati arrivano nel pomeriggio di giovedì, fino a venerdì sera c’è tempo per tutti per arrivare all’agognato molto dove i liguri smentiscono la fama di taccagni, accogliendo con focaccia, lasagne e vino bianco velisti più o meno barcollanti dopo quansi 250 miglia di navigazione. Il record della Giraglia è stato stabilito nel 2008 da Alfa Romeo, che con un tempo di 18 ore, 3 minuti e 15 secondi ha “battuto se stessa” e il record di 22 ore, 13 minuti e 48 secondi stabilito nel 2003.

La 60ma edizione della Giraglia Rolex Cup, comincia oggi a mezzanotte con la partenza da Sanremo di 84 barche dirette verso la Costa Azzurra. La conclusione di questa regata lunga è prevista entro domani a Sain Tropez, dove da domenica 10 a martedì 11 si svolgeranno tre regate costiere, alle quali parteciperanno tutte le 201 barche iscritte alla manifestazione. Sono 17 le Nazioni rappresentate: Australia, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Lussemburgo, Malta, Olanda, Russia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Ucraina, Ungheria. Dopo la tradizionale festa alla Citadelle di Saint Tropez, mercoledì 13 partirà la prova d’altura: 244 miglia sul percorso St.Tropez-La Fourmigue-Giraglia-Sanremo con l’arrivo allo Yacht Club Sanremo.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>