18-tappa-giro
Altri sport

Giro d'Italia, 18a tappa: vittoria a Van Garderen, Dumoulin resta rosa

Nella tappa da Moena a Ortisei 2° Landa e 3° Pinot. In classifica generale Nibali resta terzo

Nella 18a tappa del Giro d'Italia la spunta l'americano Tejay van Garderen che sul traguardo in Val Gardena batte lo spagnolo Landa e il francese Pinot. Non cambia la situazione in classifica generale con Tom Dumoulin che resta in maglia rosa e vede però gli inseguitori sempre più vicini: Nairo Quintana secondo a 31 secondi e Vincenzo Nibali terzo a 1 minuto e 12 di ritardo. 

LEGGI ANCHE: tappe, classifiche e curiosità

Cosa ci ha detto questa tappa? 

Oggi Tom Dumoulin ha dimostrato di aver messo un'altra mano sulla vittoria del Giro. Sia Vincenzo Nibali che Nairo Quintana hanno provato ad attaccare ma l'olandese non ha sbagliato niente e con estrema tranquillità non ha ceduto ai tentativi di fuga. Domani sarà l'ultimo arrivo in salita, una giornata decisiva. 

 

La classifica generale: 

1. Tom Dumoulin (Ola) in 80h 00m e 48s

2. Nairo Quintana (Col) a 31"

3. Vincenzo Nibali (Ita) a 1' e 12"

4. Thibaut Pinaut (Fra) a 1' e 36'

5. Ilnur Zakarin (Rus) a 1' e 58"

LEGGI ANCHE: tutte le classifiche

A cosa fare attenzione domani, venerdì 26 maggio

Si corre la 19a tappa, la San Candido - Piancavallo di 191 chilometri. Si parte da San Candido per la prima volta nella storia del Giro, si superano il GPM del Passo di Monte Croce Comelico e Cima Sappada su strade mediamente ampie e in buono stato prima della lunga discesa fino a Tolmezzo. Segue il GPM di Sella Chianzutan e la discesa successiva dove si segnalano alcune gallerie con fondo in porfido. Il percorso diventa pianeggiante fino a Aviano dove inizia la salita finale. Arrivo a Piancavallo che fu sede di arrivo e GPM nel 1998 quando a vincere la tappa fu Marco Pantani. Sarà l'ultimo arrivo in salita del Giro e con tutta probabilità l'ultima occasione per Nibali e Quintana di prendere Dumoulin. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti