Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Altri sport

Basket serie A: il tabellino della 6a giornata

Varese è da sola in testa alla classifica: non accadeva da 13 anni. Mentre nel posticipo Milano espugna il campo di Siena dopo quasi due lustri

Alessandro Gentile attacca il canestro di Siena: per lui 13 punti nello "storico" successo esterno di Milano. (LaPresse/Niccolò Cadirni)

Anche alla luce delle passate sfide di vertice in Legadue, nessun timore reverenziale per Brindisi in quel di Sassari: gli uomini di Piero Bucchi infliggono così ai sardi la prima sconfitta stagionale e permettono all'imbattuta Varese di godersi il ruolo di solitaria capolista. Non accadeva da 13 anni, dai tempi del Poz e dello scudetto della stella, per cui è facile immaginare l'entusiasmo che circonda l'exploit della squadra sapientemente impostata e gestita da coach Frank Vitucci. E a proposito di scudetti e di lustri, nel posticipo del lunedì tra le finaliste della scorsa stagione l'Olimpia Milano coglie un successo "storico" espugnando per 71-66 il campo del Montepaschi Siena: non accadeva dal lontano 12 aprile 2003.
Punti. 35 quelli di Ricky Minard, top-scorer e migliore in assoluto di giornata, nella convincente vittoria della sua Virtus Bologna contro il fanalino di coda Biella. 26 quelli di un indomito Bobby Brown, ma a Siena ne servirebbero di più da tutti gli altri. 22 quelli di Achille Polonara per la Cimberio Varese in quel di Caserta. 20 a Cremona quelli di Luigi Datome, sempre più leader dell'Acea Roma e appena insignito del prestigioso Premio Reverberi come miglior giocatore italiano della stagione 2011-2012.
Tiri da due. 5/6 per Alessandro Gentile, trascinatore di Milano contro Siena con 13 punti. Per Cantù, invece, un inusuale 1/6 per Manuchar Markoishvili: per fortuna dei brianzoli gli fa però da contraltare in tabellino il 7/10 del sempre più volante (e schiacciante) Alex Tyus. 28 su 43 (65%) quelli realizzati da Brindisi, che diventa così il miglior attacco della serie A per percentuale nei tiri da sotto (56,9%), superando proprio l'avversario di giornata Banco di Sardegna Sassari (56,6%).
Tiri da tre. 10/12 la grandinata di triple inflitta dal già citato Ricky Minard alla malcapitata Caserta. Passaggio a vuoto per il bomber della Vanoli Cremona Lance Harris contro Roma: 1/7 da oltre l'arco per l'americano, che rimane comunque il più prolifico del torneo con 20.8 punti di media a partita.
Tiri liberi. 23/29 per Montegranaro contro Venezia: l'altro risultato a sorpresa della giornata matura anche dalla lunetta, con Ronal Steele a infilare 6 liberi su 6 e Fabio Di Bella 6 su 8, inclusi i due che mettono in ghiaccio l'impresa esterna per la squadra di coach Charlie Recalcati.
Rimbalzi. 38 (di cui 11 offensivi) a 28 quelli di Milano contro Siena: il duello è stato vinto dagli uomini di coach Sergio Scariolo anche e soprattutto sotto le plance. Inutili - visti i finali - i 15 di Tuukka Kotti per Cremona, così come i 14 di Jeleel Akindele per Caserta. Inusuali - oltre che vincenti - gli 11 catturati contro Avellino dal canturino Jonathan Tabu, che approfitta anche così dei tanti minuti sul parquet in seguito all'infortunio di Jerry Smith: per il play americano frattura del quinto metatarso e stop previsto di 3-4 mesi, con la società brianzola già alla ricerca di un sostituto.
Assist. 12 quelli smazzati da Scottie Reynolds a innescare l'attacco di Brindisi in quel di Sassari. 16 quelli con cui Cantù guida la classifica di questa specialità.
Stoppate. 3 quelle di Andrea Crosariol (Pesaro), che non intimidiscono però Reggio Emilia, gasata dalla precedente vittoria a Milano e ora al suo terzo successo consecutivo in Campionato.
Palle perse / palle recuperate. 24 quelle gettate da Pesaro nell'ultima sconfitta in Emilia, 22 quelle di Milano nella vittoria in Toscana: non sempre i numeri dicono la verità... Ma lo fanno con le 12,5 recuperate a partita da Varese, capolista anche e soprattutto per la difesa.
Plus/minus. Alla voce "plus": doppia diretta (su La7d ma anche su Sportitalia 2) per il posticipo domenicale tra Reggio Emilia e Pesaro. Alla voce "minus": Francesco Gervasio, presidente della Juve Caserta, ha ventilato il rischio per i campani di doversi ritirare dal torneo se non arriveranno nuovi soci. Dopo il caso di Teramo lo scorso anno (con i giocatori di una società ormai fallita che hanno comunque onorato la maglia fino in fondo), la credibilità del nostro Campionato è ancora una volta appesa a un filo...

Risultati 6° giornata: SAIE3 Bologna-Angelico Biella 89-75, Vanoli Cremona-Acea Roma 67-75, Banco di Sardegna Sassari-Enel Brindisi 78-90, Umana Venezia-Sutor Montegranaro 83-89, Juve Caserta-Cimberio Varese 56-73, chebolletta Cantù-Sidigas Avellino 79-67, Trenkwalder Reggio Emilia-Scavolini Banca Marche PU 71-59, Montepaschi Siena-EA/ Emporio Armani Milano 66-71.
Classifica: Varese 12; Sassari 10; Siena, Cantù, Bologna, Roma 8; Reggio Emilia, Milano 6; Caserta, Cremona, Montegranaro, Pesaro, Brindisi, Venezia, Avellino 4; Biella 2.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>