Barcolana 2015
Altri sport

Vela, bora e spettacolo: la Barcolana numero 47 va a "Robertissima III"

Dopo la paura e il rinvio per il vento fino a 60 nodi vince il 72 piedi di Tomasini Grinover con al timone Vasco Vascotto. Le foto più belle della regata

La 47ma edizione della Barcolana di Trieste è stata vinta da "Robetissima III", barca di 72 piedi di Roberto Tommasini Grinover e Vasco Vascotto (già vittorioso nel 1998) che ha trionfato in un’ora, 18 minuti e 25 secondi. Più forte degli avversari, più forte della Bora a 60 nodi che ha costretto gli organizzatori a posticipare la partenza della gara alle 12,30. Un'edizione tormentata, scossa anche dalla scomparsa di un membro della Oman Sail, disperso dopo essere caduto in mare dal trimarano MOD70 Musandam. L'ottimo lavoro di organizzazione ha però permesso alla festa delle vele in mare di partire, una regata che fin da subito ha lasciato intendere come la sfida sarebbe stata a due tra Robertissima e Jena No Borders, team di Furio Benussi con al timone Stefano Cherin, il campione italiano della classe olimpica 49er che era stato ingaggiato alla vigilia della Barcolana.

 

Alla prima boa Robertissima ha guadagnato 30 secondi di vantaggio sugli inseguitori, diventati 48 alla seconda boa e preludio per un epilogo che ribalta gli equilibri dopo quattro anni di dominio assoluto di Esimit Europa 2. La cornice dell'evento non può che rinsaldare le certezze di una regata con pochi eguali al mondo, 1681 equipaggi partecipanti, mercatini ed eventi gratuiti come il concerto di Max Gazzè, andato in scena al teatro Rossetti di Trieste per l'impossibilità di utilizzare piazza Unità d'Italia. Per consultare la classifica completa della Barcolana si può cliccare qui.

Eccoci qua, la #Barcolana2015 in tre minuti. La grande festa di Trieste dall'ormeggio alla vittoria, rivivetela navigando con noi!

Posted by Barcolana on Domenica 11 ottobre 2015
© Riproduzione Riservata

Commenti