Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Società

Stewart-Pattinson: i look che raccontano la saga

I due attori hanno capito che valgono molto di più in coppia che separati. Anche nel look, e nelle sue trasformazioni

Kristen Stewart e Robert Pattinson alla premiere di Breaking Dawn part II a Los Angeles

Lei: californiana, classe ’90, conosciuta ai più come (la) Bella di Twilight. Lui: sguardo da tenebroso e per tutti il più sexy dei vampiri. Insieme prima per amore, poi (forse) per interesse e marketing e infine, a quanto pare, ancora per amore – ma che coincide, guarda caso, con la prima ufficiale a Los Angeles di Breaking Dawn – Part II. Ne hanno fatta di strada Kristen Stewart e Robert Pattinson da quando quel 21 novembre del 2008 si sono presentati insieme sul tappeto rosso per la premiere di Twilight. Soprattutto in fatto di look. Certo, come diceva Julia Roberts in Pretty Woman: “E’ facile mettersi bene quando si hanno un mucchio di soldi”, ma è anche vero che un minimo di buon gusto ci vuole sempre.

I fan in delirio accorsi sotto una pioggia battente all’anteprima romana di quell’anno forse erano troppo accecati dal fatto di poter toccare con mano i loro beniamini per accorgersi delle mise alquanto “scadenti” e trasandate dei due protagonisti. Pattinson, per l’occasione, indossava un paio di jeans neri per nulla coordinati con il blazer blu e la camicia grigia portata fuori dai pantaloni. La Stewart aveva osato (un po’ fuori stagione) un abitino bianco modello charleston, ben sdrammatizzato dal chiodo nero, ma in totale disaccordo con le decolleté dalla punta un tantino retrò.

premiere-roma-twilight-1.jpg

Tutta un’altra storia la seconda uscita ufficiale dei due al Mann Village Theatre per la seconda parte della saga, New Moon: i due ragazzini un po’ impauriti e sprovveduti dell’anno precedente sembrano essere scomparsi per lasciare il passo ai nuovi divi di Hollywood che nel frattempo hanno iniziato a far sognare milioni di ragazzini con la loro storia d’amore divenuta realtà, come in ogni favola a lieto fine che si rispetti. Barba incolta, ma studiata, e completo blu navy firmato Gucci di Pattinson si “sposano” perfettamente con il lungo abito interamente ricamato firmato Oscar de la Renta e i sandali gioiello Jimmy Choo della Stewart.

new-moon_emb4.jpg

E tra una paparazzata e l’altra siamo arrivati ad Eclipse, terza parte della saga, per ammirare i due protagonisti in tutto il loro splendore. In perfetta forma, la giovane Kristen sfoggia un minidress bianco asimmetrico, che lascia la schiena nuda, del libanese Elie Saab, mentre Robert, ormai affezionato al brand “italiano” azzarda un completo color vinaccia.

eclipse_emb4.jpg

E va ancora meglio con Breaking Dawn I e Breaking Dawn II dove non c’è più nessuna traccia dei timidi attori in erba del primo capitolo: da brutto anatroccolo (si fa per dire), Kristen Stewart si è, a poco a poco, trasformata in uno splendido cigno, talmente sicuro del suo fascino da puntare su dettagli “aggressivi” quali profondi spacchi, scollature vertiginose e mise che mettono in risalto in modo molto sensuale spalle e schiena. Non ha più bisogno di dimostrare niente a nessuno, tutti hanno assistito al suo cambiamento tanto che recentemente è stata scelta persino da Balenciaga come volto della sua nuova fragranza, Florabotanica.

breaking-down-1_emb4.jpg

E tutti ieri hanno potuto ammirare l’appeal dei due, e non solo quello, visto che il vestito in pizzo color cipria della Stewart lasciava ben poco all’immaginazione. E, come ogni coppia-azienda che si rispetti – leggi Brad Pitt e Angelina Jolie o David e Victoria Beckham – i due vampiri, che valgono molto di più insieme che separati, erano perfettamente en pandant! Il nude look di lei si accompagnava divinamente con il verde petrolio di lui.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>