Società

Star Chef: Cracco, Oldani, Rugiati. Una vita... nel frullatore

Come vivono (davvero) i cuochi più famosi d'Italia?

Bruno Barberi, Carlo Cracco e Joe Bastianich, i tre giudici di Masterchef . (Photo by Jacopo Raule/Getty Images)

Chi prova invidia per il successo dei grandi chef, prima di parlare di facili guadagni, o di fortune create sul nulla, dia un’occhiata alle fitte agende di Carlo Cracco, Davide Oldani o Simone Rugiati. «Panorama» ha potuto sfogliarle: quella di Rugiati, a prescindere dagli impegni in tv (pressoché quotidiani) allinea un’impressionante sequenza di appuntamenti di lavoro in Italia e all’estero. In novembre lo chef ha annotato la sua presenza in sei eventi (uno di sabato e uno di domenica), più due interviste alla radio, uno show cooking, la registrazione di uno spot per la Coca-Cola, due interviste di presentazione del suo nuovo libro. In dicembre, 16 giorni su 31 (sabati e domeniche compresi) risultano impegnati in presentazioni, preparazioni di cene, in Italia e anche in Israele. Quanto a Cracco e a Oldani, ecco qui accanto l’elenco degli impegni quotidiani di entrambi, in una giornata tipo.

UNA GIORNATA TIPO DI CARLO CRACCO:

7,30 Sveglia.

8,30 Al ristorante per pensare ai nuovi menu con i collaboratori Matteo, Diego e Luca.

10,30 Intervista telefonica Radio Rai 1 per presentare il libro «Se vuoi fare il figo usa lo scalogno».

11,00 Conferenza stampa Masterchef con Bruno Barbieri e Joe Bastianich.

12,30 Inizio servizio pranzo al ristorante.

15,00 Riunione per evento padelle Tvs presso Cargo, a Milano, dove verrà presentato anche il suo libro.

16,00 Incontro nelle cucine del suo ristorante con cuochi della Singapore Airlines per presentazione menu e ricette che verranno servite sulla business e first a partire da febbraio (Cracco ha firmato un accordo per la consulenza con la Singapore Airlines, ndr).

18,00 A casa per godersi il figlio appena nato, Pietro.

20,00 Al ristorante per il servizio della cena.

02,00 Finalmente a letto.

DALL'AGENDA DI DAVIDE OLDANI:

7,00 Sveglia.

7,30 Venticinque minuti di bici.

9,00 Al Ristorante D’O dove organizza il pranzo per 35 coperti e pensa alla spesa (che non fa lui ma un suo collaboratore).

12,00 Pranzo al D’O, che presidia in cucina e in sala.

14,30 Fino alle 16 in ufficio a studiare e pensare nuovi piatti.

16,00 Fino alle 19 palestra o bicicletta. Oppure impegni sempre legati al ristorante.

19,00 Fino alle 22.30 di nuovo al D’O per la cena.

Accetta di partecipare a eventi solo la domenica e il lunedì, quando il ristorante è chiuso. A dicembre preferisce passare quei giorni con la famiglia. Il 16 dicembre sarà tutto il giorno al pranzo di Natale organizzato da don Gino Rigoldi.

L'AGENDA ELETTRONICA DI SIMONE RUGIATI:

Nel dicembre 2012, 16 giorni su 31 sono stati occupati da eventi, cene o presentazioni fra Milano, Roma, Sassari, Verona e Israele. Due meeting sono avvenuti di sabato.

L’agenda, poi, non tiene conto degli impegni televisivi, quasi quotidiani.

Leggi Panorama on line

© Riproduzione Riservata

Commenti