Sex & Love

Il falso mito dell'anello di fidanzamento

Un tempo era il viatico al matrimonio, con la crisi le donne sono disposte a bypassarlo

Il celebre anello di fidanzamento delle Duchessa Kate Middleton. L'anello era quello di Diana (Credits: Gettyimages)

Il profumo dei fiori d'arancio si fa sempre più intenso, il grande passo è vicino e siete in piena ansia da anello di fidanzamento?

Niente paura, uno studio pubblicato dal sito  DDB  che si occupa di live styling, potrebbe cambiare le prospettive su quelle che sono le reali aspettative di una donna sul pegno d'amore per antonomasia.

Da quanto s'apprende le signorine moderne non si fanno molti problemi sul tipo di anello scelto e quello comprato dall'aspirante marito nella maggior parte dei casi andrà comunque bene. Non solo, pur di sposarsi e vista la crisi che regna sovrana, le donne sono disposte a bypassare completamente la questione anello. Insomma: se aspettavate di avere i soldi per il brillante prima di chiedere la vostra amata in sposa cambiate i programmi e andate da lei col cuore in mano: nella stragrande maggioranza dei casi vi dirà di sì.

Non solo: più nel dettaglio dallo studio, numeri alla mano, s'apprende che solo il 27% delle ragazze intervistate ha dichiarato di aspettarsi l'anello di fidanzamento dal proprio boyfriend, mentre il 45% degli uomini ha spiegato che senza anello in tasca non avrebbe mai fatto il grande passo.

Se poi il prezioso pegno fosse di dubbio gusto solo il 32% delle donne lo direbbe mentre il 78% degli uomini lo vorrebbe sapere.

In tema di galanteria e di riti consolidati il 48% degli uomini chiederebbe al padre della fidanzata la mano della figlia e il 39% delle donne si aspetterebbe questo passo. I tempi, però, cambiano e solo il 19% delle donne sognava fin da bambina di andare all'altare.

Se, però, le cose dovessero andar male il 76% delle donne restituirebbe l'anello contro il 53% degli uomini che si aspetterebbero il gesto.

© Riproduzione Riservata

Commenti