Sex & Love

Dating online: le vie di Facebook sono infinite?

Una app usa la piattaforma di Zuckerberg per scovare affinità elettive. Ecco come

dating-online-facebook-app

– Credits: Chris Jackson/Getty Images

Si chiama YouShouldTotallyMeet e promette di rendere giustizia a tutti quelli che speravano – a torto – che, grazie a Graph Search , Facebook si sarebbe trasformato nel paradiso del dating online . La nuova app, realizzata da quattro amici di Toronto, sfrutta infatti le potenzialità del colosso di Mark Zuckerberg per mettere in contatto "gli amici di amici" in cerca di anima gemella.

Quante volte è capitato di sentirvi dire "dovresti conoscere assolutamente questa persona"? Bene, il principio di YouShouldTotallyMeet è più o meno lo stesso: su Facebook l'utente compila il profilo di un amico single e poi lo mette a disposizione del proprio network di conoscenti virtuali. In pratica, si tratta di sponsorizzare chi è in cerca d'amore mettendo in evidenza tre qualità che fanno di lui/lei un obiettivo appetibile.

L'applicazione ha poi una funzione che permette ai potenziali partner di esprimere apprezzamento o insoddisfazione (le classiche "faccine") a fianco di ciascuna informazione.

dating-youshouldtotallymeet_emb8.jpg

L'idea alla base di YouShouldTotallyMeet è molto semplice: un amico scriverà un report molto più onesto di quanto non faremmo se il compito toccasse direttamente a noi. In barba ai tanti analisti che hanno fatto del dating e del "profilo perfetto" una sorta di scienza.

D'altra parte, secondo il co-fondatore Hayley Taylor, questo meccanismo apparentemente casereccio è perfetto per trovare la propria dolce metà "senza perdere troppo tempo" e rappresenta un approccio molto più umano rispetto ai complessi algoritmi utilizzati dagli altri siti di incontro.

Sarà vero? Di certo in un mercato in continuo fermento, ma dominato da colossi come Match, eHarmony o Meetic, è facile finire nel dimenticatoio, diventando magari una delle tante piattaforme bizzarre o di nicchia che popolano il web. Ma come insegna il successo di Tinder , a volte la spartaneria paga. Staremo a vedere.

© Riproduzione Riservata

Commenti