Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Società

Rai, quali tra queste conduttrici non è rifatta?

Ecco perché la stretta decisa dai vertici Rai nei confronti di chi è ricorso alla chirurgia estetica rischia di essere un boomerang

Rifatte eccellenti

Tra le varie dichiarazioni d'intenti della nuova dirigenza Rai, c'è una cosa che mi è rimasta impressa: l'intenzione di non mandare più in onda conduttrici che siano ricorse alla chirurgia estetica. Molto bene.  Il rigore di cui la Rai ha bisogno.  Ora capisco perché sono stati messi manager e banchieri a dirigere l'enorme carrozzone. Nei giorni a seguire, forse a causa della ventilata tassa sulle bibite o quella sulle macchinette del videopoker, mi è venuto da pensare a come gestiranno la vicenda in termini pratici.

Certo che vedere in video alcune donne/mascherone non fa piacere, ma trattandosi di gusti estetici c'è sempre una discrezionalità della quale bisognerà tenere conto.  Per esempio: una delle donne più ammirate in questo periodo è Belen Rodriguez.  Credo di non svelare nessun segreto nel dire che è pesantemente ritoccata chirurgicamente.  Che facciamo? Buttiamo via?  E se buttiamo via Belen per ragioni estetiche, chi dovremmo tenere? Lorena Bianchetti?  Ma siamo sicuri che non sia mai passata da un chirurgo plastico?

Probabilmente sarà l'occasione per nominare un nuovo dirigente: Direttore generale all'estetica femminea.  Ma dovrà giudicare solo guardando o potrà convocare le contrattualizzate Rai per toccare con mano se quel che sembra è? In ogni caso il lavoro sarà durissimo.  Non nel senso che se la selezione sarà rigorosa, come la nuova dirigenza promette, ci sarà da trovare decine e decine di nuove giornaliste, nuove conduttrici, nuove ballerine, nuove receptionist e forse anche nuovi dirigenti.

Propongo un gioco: quanti di questi volti sono stati ritoccati?

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>