Società

Quando i vip perdono i propri figli

L'ultimo caso il figlio di Sylvester Stallone ma la lista è lunga: da John Travolta a Marlon Brando

Sylvester e Sage Stallone

Sylvester e Sage Stallone nel film Rocky V (1990) – Credits: Olycom

Sage Stallone, figlio di Sylvester, è morto all'età di 36 anni a causa, forse, di un'overdose. Se fosse confermata l'ipotesi al vaglio degli inquirenti, Hollywood piangerebbe così un'altra vittima della droga con un nome importante. E la sua morte è solo l'ultima delle tragedie che hanno colpito i figli delle celebrità del mondo della musica e del cinema. La lista è davvero lunga:

Nel 2009 John Travolta è in vacanza con la famiglia alle Bahamas quando il figlio 16enne, autistico, muore in seguito a un attacco epilettico. Poco tempo dopo l'autista dell'ambulanza intervenuta sul posto, affiancato da un politico locale, tenta di estorcere all'attore 25 milioni di dollari per non rivelare dettagli clinici del defunto (all'epoca John Travolta non aveva mai riconosciuto pubblicamente che il figlio era autistico).

E' stata invece un'overdose la causa della morte a 28 anni di Scott, uno dei tre figli di Paul Newman e Joanne Woodward. Scott era apparso sul  grande schermo nel 1974 accanto al padre in 'Inferno di cristallo' e in  'Campus story' del 1977. Dopo la sua morte, Newman fondò in sua memoria lo Scott Newman Center For Drug Abuse Prevention.

Cheyenne Brando si è suicidato nel 1995 a soli 25 anni. Poco prima l'attore  aveva dovuto assistere al processo dell'altro figlio, Christian, reo  confesso dell'omicidio del fidanzato della sorellastra Cheyenne, che era rimasta incinta. Figlia di Brando e della terza moglie Tarita Teriipia,  Cheyenne aveva cominciato a soffrire di disturbi mentali a 16 anni,  quando ha iniziato a consumare droghe, fumo e alcol. Dopo la nascita del  figlio, i medici hanno dichiarato che era affetta da schizofrenia. Si è tolta la vita poco dopo aver perso la custodia del figlio che fu affidato  alla madre.

Dopo un'infanzia difficile e un rapporto con un padre ingombrante Guillaume Depardieu, figlio di Gerard muore improvvisamente in un  ospedale della periferia parigina a 37 anni per una polmonite  fulminante. Arrestato a 17 anni per detenzione, uso e traffico di  eroina, a 20 anni cambia vita e segue le orme del padre che lo chiama  nel cast di 'Tutte le mattine del mondo' di Alain Corneau, cui seguirà  una lunga gavetta cinematografica, culminata con un Cesar come miglior  promessa maschile per 'Les Apprentis'.

Marie Trintignant, figlia di Jean  Louis, leggendario protagonista del cinema francese e italiano, viene uccisa di botte a  Vilnius nel 2003 dal compagno Bertrand Cantat, leader del gruppo rock  francese dei Noir Desir. Il padre, già anziano, non si è più ripreso dalla sua morte mentre il compagno-omicida è uscito di prigione nel 2007, dopo quattro anni  di detenzione, e cerca di rifarsi una vita e una carriera.

Terence Hill, ha perso a soli 17 anni il figlio, Ross, nel 1990 a causa di un incidente di moto in Massachussetts. Con lui l'attore  aveva girato nel 1983 il film 'Don Camillo' e nel 1987 'Renegade-Un osso  troppo duro'.

Eric Clapton e Lory del Santo hanno detto addio a Conor, il loro bambino di soli 4 anni, precipitato dall'appartamento in un grattacielo di New York nel 1991. I due si separarono poco dopo la tragedia a causa anche dell'infedeltà della showgirl.

© Riproduzione Riservata

Commenti