Contro l'omologazione della vita moderna, lo strapotere di Instagram e il selfie industriale arriva lei: Socality Barbie, la paladina Hypser che si prende gioco di tutti noi.

Alzi la mano colui o colei che non abbia mai postato sul social una foto di tramonto, un cornetto la mattina a colazione o un brindisi la sera, un selfie in montagna o con i piedi in mare. Si tratta di stereotipi fotografici che non risparmiano (quasi) nessuno e che sono diventati il pane quotidiano di Socality Barbie, la bambola che gira il mondo e condivide le foto più scontate possibili su Instagram.

La ragazza, tutta plastica e giunture snodate, vanta un milione di follower e vive grazie ad una fotografa di matrimoni di Portland che ha deciso di portare avanti questo progetto. La donna, che vuole restare anonima per preservare la privacy della sua Barbie, ha messo insieme tutti i luoghi comuni di Instagram compresi di hashtag improbabili e didascalie ispirate, e li ha cuciti addosso alla sua Barbie che viaggia con lei e che ci mostra come  essere uguali uno all'altro è una questione di selfie.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti