Indossa la giacca sopra a T shirt sempre scollate dalle quali penzolano catene d'oro più o meno vistose, non sorride mai perchè gli vengono le rughe e ha fatto la sua fortuna scivendo canzoni rap e sposando la reginetta del trash Kim Kardashian: è il profilo di Kanye West, l'uomo che, nel 2020, potrebbe diventare Presidente degli Stati Uniti portando il poderoso derièrre della sua consorte dritto alla Casa Bianca.

West aveva lanciato l'idea durante l'ultima edizione degli MTV VMA quando aveva detto "Potrei candidarmi a Washington", e i più avevano creduto scherzasse; invece Kanye ha confermato le sue intenzioni durante la sua ultima intervista a Vanity Fair.

"Non mi candiderò perché credo che sia divertente - ha esordito con piglio da oratore - Non è come 'oh, andiamo ad affittare una moto d'acqua alle Hawaii'. No, è l'esatto contrario".

E poi ha aggiunto: "Ho cinque anni prima di scendere in pista e ho un sacco di ricerche da fare, devo crescere un sacco. Mio padre ha due lauree, mia madre un dottorato di ricerca, da bambino ero abituato agli sforzi dello studio. Quando mi candiderò per la presidenza, non voglio farlo contro qualcuno. Vorrei essere tipo 'Voglio lavorare insieme a voi'. Penso che tutti i candidati a queste elezioni abbiano qualcosa che servirebbe agli altri. Ma l’idea di questa battaglia tra gladiatori toglie l’attenzione dal fatto che il mondo ha bisogno di aiuto e il mondo ha bisogno che la gente al potere lavori insieme".

Kanye ha cinque anni di tempo per prepararsi, ma è meglio che iniziamo a farlo anche noi: perchè per affrontare una Kardashian in veste di First Lady ci vuole preparazione e pelo sullo stomaco.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti