Società

Olimpiadi 2012 a luci rosse

150mila preservativi saranno distribuiti agli atleti che preparano maratone di sesso

Hope Solo

Hope Solo, portiere della squadra femminile di calcio statunitense – Credits: Olycom

Altro che risparmiare le energie in vista delle gare: gli atleti olimpionici riceveranno 150mila preservativi da una nota marca intenzionata a farsi pubblicità. Fanno circa 15 condom a testa, e un secondo carico è già pronto per essere spedito nel caso non bastino, evento evidentemente giudicato probabile.

La notizia arriva dalle pagine del Daily Mail, che per aggiungere pepe alla storia ha interrogato Hope Solo, portiere della squadra femminile di calcio statunitense. Lei non ha giocato di rimessa: "Si fa parecchio sesso durante le Olimpiadi. Ho visto gente farlo persino all'aperto, sull'erba. Per quanto mi riguarda, potrei essermi imboscata con una celebrità durante i giochi di Pechino senza che nessuno se ne accorgesse... ma questo è un mio segreto".

Il New York Post ha intervistato sull'argomento un'anonima atleta statunitense che una sera è stata presa dai sensi di colpa per aver tradito il suo ragazzo, l'ha confessato a una compagna e un attimo dopo s'è sentita rispondere: "Non preoccuparti: ieri sera hanno fatto sesso praticamente tutti".

Non importano insomma i tuoi gusti sessuali, né quanto siano voraci i tuoi appetiti, soprattutto quando hai terminato le gare e ti restano un sacco di energie da spendere: il villaggio olimpico sembra offrire distrazioni in quantità, col vantaggio di corpi in una forma spettacolare. Senza dimenticare eventuali escort.

Piccola parentesi storica, prima di chiudere: secondo quanto raccontato nel libro The Secret Olympics, scritto da un anonimo ex atleta britannico e pubblicato un mesetto fa, la distribuzione di preservativi è cominciata a Seoul 1988, con 8500 pezzi.
A Barcellona 1992 il numero è salito di colpo a 50mila, mentre Sidney 2000 ha toccato quota 90mila (fu necessario farne arrivare 20mila in più dei 70 inizialmente forniti). Per non correre rischi, Pechino 2008 è partita subito con 100mila preservativi, mentre Londra 2012 segna uno spettacolare +50%, forse anche perché quest'anno i partner degli atleti potranno accedere all'altrimenti impenetrabile villaggio olimpico.

© Riproduzione Riservata

Commenti