Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Società

Lindsay Lohan arrestata per aver investito un uomo

L'attrice si dichiara innocente, ma i precedenti legali pesano sulla sua testa

lindsay-lohan-arresto

Nella foto: Lindsay Lohan al Guggenheim di New York, per il lancio del nuovo profumo Lady Gaga Fame – Credits: Olycom

Omissione di soccorso dopo aver investito una persona: con questa accusa Lindsay Lohan è stata arrestata dalla polizia di New York intorno alle 2 e mezza di questa notte.

La denuncia è partita dal diretto interessato, un uomo sui 30 anni che è stato colpito al ginocchio dalla Porsche Cayenne guidata dall'attrice. Secondo il suo racconto, intorno a mezzanotte Lindsay stava posteggiando vicino al Dream Hotel di Manhattan, suonando il clacson per chiedere di spostarsi alle persone che le ostruivano la strada. Proprio nel corso di questa operazione, la vettura lo avrebbe colpito. Niente di particolarmente grave, considerata la velocità ridotta, tanto che una delle persone che era in auto è scesa, ha verificato che il paraurti non fosse danneggiato e poi è entrata nell'hotel insieme all'attrice e al suo entourage.

Fin qui tutto bene, non fosse che poi il 30enne ha chiamato la polizia per denunciare l'accaduto, rendendo così Lidsay Lohan colpevole di omissione di soccorso e abbandono del luogo dell'incidente. Tanto che quando è uscita dall'hotel ha trovato la polizia ad attenderla, per arrestarla e sottoporla alle procedure di rito.

Ora: se l'incidente è avvenuto come raccontato dal ragazzo i danni sono limitati. Ma la situazione è comunque spinosa perché l'attrice è in regime di libertà vigilata in seguito alla condanna per furto subita all'inizio del 2011. Questo significa che se viola la legge può essere nuovamente trascinata in tribunale dal giudice che ha presieduto il suo processo (Stephanie Sautner), col rischio di nuovi giorni di prigione o di ulteriori ore di servizi sociali. E questo anche nel caso non sia formalmente condannata, perché è sufficiente la convinzione che possa aver commesso un crimine.

Si spiegano così le contromosse di Lindsay Lohan, che attraverso il suo portavoce fa sapere che il fatto non è mai avvenuto, che nessuno dei passeggeri della sua auto ha verificato i danni al paraurti e che ha saputo dell'incidente solo quando è stata arrestata.

Due elementi potrebbero venire in suo aiuto: intanto, indiscrezioni raccolte da TMZ dicono che il 30enne ha sì fatto visita all'ospedale, ma senza ferite visibili o traumi particolari. Inoltre, ed è l'aspetto più importante, pare che la polizia non abbia trovato tracce di droghe o alcolici nel sangue dell'attrice, problema che dal 2010 la fa entrare e uscire dai tribunali e dalle cliniche di riabilitazione e che le ha caratterizzato il suo travagliato rapporto con la legge fino al passo successivo, la condanna per furto del febbraio 2011.

"È tutta una montatura", afferma l'attrice. Nelle prossime ore sapremo se la polizia di New York è d'accordo e se il giudice Stephanie Sautner le crederà.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>