"La scimmia nuda balla, Occidentali's karma". Alzi la mano chi ad ascoltare il ritornello della canzone di Francesco Gabbani vincitrice del Festival di Sanremo resiste alla tentazione di abbozzare il balletto tormentone che da una settimana sta facendo alzare dalla sedia mezza Italia scuotendo le braccia sopra la testa e piegando il ginocchio come nel video di Occidentali's karma.

La misura del successo della canzone di Gabbani la si ha girando in Rete dove s'incontrano infinite versioni, parodie, emulazioni e balletti d'ogni ordine e grado sulle note del brano. Addirittura un avvocato di Pozzuoli ha accennato al motivetto in un'aula di tribunale suscitando anche indignazione tra le toghe.

Occidentali's karma è come se fosse, in termini di ballabilità, la risposta italiana al Gangnam Style e su Youtube il video originale di Gabbani ha già avuto quasi 14 milioni di visualizzazioni e centinaia di tentativi d'imitazione.

Piaccia o meno la canzone è già entrata nel repertorio nazional popolare tra chi ne coglie l'acuta intelligenza, chi ne apprezza la ballabilità, chi aspetta di urlare Namastè e chi coglie l'occasione per travestirsi da scimmia e approfittare della propria ora d'aria e di gloria per mettersi in fila indiana e ballare Occidentali's karma. Perchè ha proprio ragione Gabbani: "La folla grida un matra, la folla inciampa... Occidentali's karma"

© Riproduzione Riservata

Leggi anche