Life

Sette motivi per odiare il proprio capo

Essere il boss non autorizza a tenere comportamenti che ogni dipendente sano di mente finirà per detestare

(Credits: ThinkstophotoGettyimages)

Efficiente, produttivo, puntuale e sempre sorridente. Ecco i punti cardinali dell'impiegato perfetto. Ma in ogni azienda dove c'è un dipendente c'è anche, gioco forza, un capo e qui le cose si complicano. Difficile delineare il boss perfetto, mentre è facile coglierne gli aspetti negativi. Sono sette le caratteristiche che proprio all'impiegato medio non vanno giù del proprio superiore.

1. DELEGARE, SEMPRE DELEGARE. Va bene che il capo decide chi fa cosa, ma ci sono alcuni datori di lavoro che dell'arte del lavarsene le mani ne hanno fatto scuola e che quando c'è da fare qualcosa di noioso, laborioso e particolarmente seccante trovano sempre qualcuno a cui passare il faldone.

2. IL PERFEZIONISTA. E' quel capo che trova comunque il lavoro del prossimo inadeguato perchè ha standard di perfezione molto elevati. Qualunque dipendente finirà per sentirsi a disagio e il capo risulterà una sorta di giudice supremo del nostro operato comunque insoddisfatto.

3. AL MERCATO. Colui che invece che dare comandi li grida in una sorta di nebulosa identificazione con un marines in un campo reclute unito ad un venditore di pesce al mercato.

4. IL COMPAGNONE. Quello che non perde mai occasione per cercare di prendere un aperitivo con i dipendenti e che chiede l'amicizia su facebook ai collaboratori. Male: il più delle volte è solo una scusa per spiare la vita privata degli impiegati e per cogliere le loro debolezze onde sfruttarle e proprio favore.

5. IL PARRUCCHIERE. Colui che spettegola sugli altri e alla macchinetta del caffè rivela dettagli di questo o l'altro collega. Solo perchè si è il capo non si è autorizzati ad essere pettegoli.

6. PESSIMISMO E FASTIDIO. E' il classico capo sempre arrabbiato e di cattivo umore: la sua negatività influenzerà la produttività di tutti.

7. RIUNIONI E ANCORA RIUNIONI. E' vero che il momento del meeting in azienda è importante e fare il punto intorno ad un tavolo è essenziale. Ma ci sono dei capi che si crogiolano in infinite sessioni e trasformano le riunioni in una sorta di Messa di Natale della giornata lavorativa: risultato? Al termine della riunione tutti saranno a pezzi e dovranno fare il proprio lavoro più in fretta e presumibilmente peggio di come avrebbero fatto con un punto della situazione più conciso.

© Riproduzione Riservata

Commenti