Chupacabra
Life

Resti di Chupacabra in Paraguay?

E' il mostro di Loch Ness del Sud America anche se gli esperti non credono nella sua esistenza

La leggenda dice che il Chupacabra è un mostro talmente orribile da nutrirsi di sangue di carogne di capra. Avrebbe persino un foro nella gengiva che gli permetterebbe di chupare (succhiare) il sangue senza aprire la bocca.

Si dice che sia una sorta di piccolo orso, o forse un canide senza peli ma con una striscia di manto tipo cresta che va dalla testa alla cosa. Per alcuni si tratta di aculei, per altri di una vera corazza. Attorno alla leggenda del Chupacabra, in America latina, si è detto tutto e il contrario di tutto elevandolo a locale mostro di Loch Ness che vive nelle foreste.

Biologi ed addetti della forestale sostengono che si tratti di una leggenda metropolitana, ma dalle prime apparizioni in Porto Rico nel 1990 il Chupacabra non ha smesso di stuzzicare la fantasia delle popolazioni latine dell'America.

L'ultimo, in ordine di tempo, avvistamento di un presunto Chupacabra risale a qualche giorno fa quando, in Paraguay, è stata trovata una carcassa di animale in fase di decomposizione che secondo alcuni, apparterrebbe ad un esemplare del mitologico animale.


In realtà il cadavere sarebbe solo quello una scimmia, ma la notizia ha fatto comunuque il giro della Rete con tanto di video che mostra la povera bestia a pancia riversa nell'acqua.

La scienza, negli anni, per ogni avvistamento di Chupacabra ha fornito una spiegazione: coyote malati, canini aggressivi, esemplari anziani e zoppicanti di orsi, ma il mito del mostro delle Pampas è stato più forte della logica e la credenza popolare continua ad alimentarlo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti