Schermata 03-2457085 alle 14.39.10
Life

Il gatto rosa è vivo

A quanto pare la storia di Elena Lenina era un fake. Già a settembre, in Russia, la scrittrice aveva smentito tutto

Il gatto rosa vive e lotta con noi. Secondo la modella e scrittrice Elena Lenina la notizia secondo la quale il suo gatto, che di chiama Nana, sarebbe morto a causa di un'avvelenamento dovuto alla sua bizzarra idea di tingerlo di rosa per una festa sarebbe falsa e destituita di ogni fondamento. "Nessun giornalista mi ha chiamata per verificare la notizia", ha dichiarato la bionda scrittrice.

Il portale Antiviral scrive oggi che la notizia, in Russia, è vecchia di mesi e che Elena già a settembre si è presentata in televisione con il suo gatto di un rosa smunto a dimostrare che il micetto stava bene e che il tempo stava togliendo gli ultimi residui di colore. 

A riportare la notizia agli onori della cronaca era stato il Daily Mail che aveva moltiplicato il fatto riportandolo all'attenzione della stampa internazionale.

In giro per il mondo erano state 30.000 le petizioni che chiedevano, carcere, codanne e multe per la scellerata pittrice di gatti. A quanto pare, però, il micino in questione se ne sta tranquillo nella sua cuccia nonostante il clamore suscitato dalla vicenda. "E' assurdo che la gente creda a tutto quello che è scritto sui giornali" ha commentato la donna che adesso si aspetterebbe le scuse di quanti l'hanno accusata di maltrattamenti e gatticidio.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti