Life

Compra all'asta il molare di John Lennon per clonarne il Dna

Un dentista canadese sta cercando di ricreare in laboratorio il codice genetico del cantante dei Beatles

John Lennon (Credits: gettyimages)

Vuole clonare John Lennon. Il progetto, tanto ambizioso quanto surreale, è di un dentista canadese, il dottor Michael Zuk. Un paio d'anni fa l'uomo  aveva sborsato 19.500 dollari (il doppio della stima di partenza) per aggiudicarsi all'asta un molare cariato dell'indimenticabile Beatles. La notizia aveva fatto il giro del mondo. Zuk era stato etichettato come un dentista e fan dei Beatles un po' strambo che voleva tenersi sul comodino un dente di John Lennon. Fine della storia.

Oggi si scopre, invece, che il progetto è ben più ambizioso. Il dottor Zuk, infatti, da due anni è al lavoro sul molare per estrarne il Dna e clonarlo. Il processo che avrebbe in mente Zuk ricorda quello con cui in Jurassic Park sono stati clonati i dinosauri: si tratterebbe di "tappare i buchi" della catena genetica ormai deteriorata con elementi geneticamente compatibili. Nel libro di Crichton il dna dei dinosuauri era stato ricomposto grazie al tessuto di rane e lucertole; per il dente di Lennon forse basterebbe un molare qualsiasi.

E dire che il dentone di John Lennon era stato un dono del cantante alla sua cameriere nella casa del Surrey, la signora Dorohy Jarlett, per far contenta la figlia di lei. La Jarlett, ora 90enne, ha venduto il dente a Zuk due anni fa.

Cosa il medico avrebbe intenzione di fare col codice genetico del cantante non è dato saperlo, forse farsi cantare da un coro di redivivi John Lennon Image in privato? L'immagine è agghiacciante e decisamente lontana dalla realtà, ma i progressi della scienza devono fare anche i conti con le possibili derive di alcuni fanatici. E se a qualcuno venisse in mente di fare lo stesso con Michael Jackson, Marilyn Monroe o Elvis Presley? 

© Riproduzione Riservata

Commenti