È ancora Melbourne, per il settimo anno consecutivo, la città più vivibile al mondo secondo la rivista The Economist. Le prime cinque della graduatoria, che prende in considerazione 140 città del mondo, rimangono le stesse dello scorso anno: al secondo posto si conferma infatti anche quest'anno Vienna e a seguire tre città canadesi: terza Vancouver, quarta Toronto e quinta Calgary, a pari merito con l'australiana Adelaide.

Melbourne è la prima città a ricevere il prestigioso riconoscimento per la settima volta consecutiva, avendo ottenuto quest'anno 97,5 punti sui 100 attribuiti in 30 aree comprendenti sanità, istruzione, stabilità, cultura, ambiente e infrastrutture.

Ecco la classifica completa:

 1. Melbourne, Australia
 2. Vienna, Austria
 3. Vancouver, Canada
 4. Toronto, Canada
 5. Calgary, Canada
     e Adelaide, Australia ex aequo
 7. Perth, Australia
 8. Auckland, Nuova Zelanda
 9. Helsinki, Finlandia
10. Amburgo, Germania 

Nelle top 10 anche Auckland in Nuova Zelanda, Helsinki e Amburgo. Settima l'altra australiana Perth, mentre lo spettro del terrorismo spinge Sydney dal settimo all'undicesimo posto.

Le preoccupazioni sulla sicurezza, inclusa la crisi dei profughi, la crescente minaccia terroristica e i conflitti in Medio Oriente, in Europa orientale e in Africa, hanno ridotto il punteggio medio di sicurezza globale di due punti percentuali dal 2012, mentre il punteggio globale di vivibilità è sceso in un anno dello 0,08%.

Secondo il rapporto 2017, le città meglio piazzate "tendono a essere di media grandezza, in Paesi più ricchi e con una densità di popolazione relativamente bassa. Questo consente una gamma di attivitò culturali e ricreative senza portare alti livelli di crimine o infrastrutture sovraccariche". 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti