chirurgia_estetica2_web[1]
Life

"Ritocchini", il momento è d'oro

Se le donne preferiscono il botulino (anche per avere un lato B perfetto), gli uomini chiedono "pettorali finti"

Altro che crisi: il mercato del "ritocchino" sta vivendo momenti d'oro, con un boom di richieste, non solo da parte delle donne. Se il gentil sesso, infatti, fa affidamento sul botulino per migliorare (e soprattutto tonificare) il proprio lato B, anche gli uomini non disdegnano il bisturi. Per cosa? Per avere pettorali scolpiti, da "abbinare" ad una "tartaruga" degna dei guerrieri ninja.

Secondo i dati dell'American society of Plastic Surgeons (ASPS), negli Usa il trend è dato da un aumento esponenziale degli interventi cosiddetti mini-invasivi, ovvero soprattutto infiltrazioni di botulino per cancellare fastidiose rughe e tonificare là dove serve. Nel 2014 negli States sono stati eseguiti poco meno di 14 milioni di interventi di questo genere, rispetto ai (già molti) 1,6 milioni di chirurgia estetica propriamente detta.

Boom di interventi maschili

Ma se le donne sono clienti "abituali" dei chirurghi estetici già da qualche anno, la vera novità sta nel boom di richieste maschili. Per il presidente dell'ASPS, Scot Glasberg, sempre più uomini confidano nel bisturi per sentirsi più belli e soprattutto per avere pettorali che altrimenti potrebbero solo sognare, a meno di non sottoporsi ad allenamenti intensivi in palestra! Basti pensare che nel 2014 gli interventi di protesi ai pettorali negli uomini hanno avuto un boom del 208%.

E le donne?

In campo femminile, i dati americani mostrano un aumento sensibile nelle richieste di lipoaspirazione, dunque per avere un lato B perfetto e tonico (+5%), e di infiltrazioni di botulino (+6%), per eliminare le cosiddette "zampe di gallina", ma non solo: i filler hanno avuto una crescita del 3%, il peeling chimico del 7%, mentre la depilazione laser di tre punti percentuali. Nel complesso i trattamenti mini-invasivi sono aumentati del 154%.

Il "bisturi vero e proprio"

Il lifting vero e proprio, con l'intervento del bisturi in sala operatoria, ha invece subito un calo del 4%, così come la blefaroplastica (sempre per eliminare le rughe dal contorno occhi). In calo anche la rinoplastica, dopo qualche anno di forte richiesta.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti