PaulGauguin-apertura
Life

Undici nuove crociere fuori dalle solite rotte

Antartide e Oriente, fiumi francesi e atolli tropicali. Dalla fine dell'estate a dicembre, una selezione di itinerari originali

Costeggiare un iceberg spiando i tuffi dei pinguini o smarrirsi nelle sfumature d’azzurro di un mare tropicale. Entrare in una città dal porto anziché dall’aeroporto, spingersi fino all’estremità del mappamondo o varcare galleggiando l’equatore. Non accontentarsi di rimanere a distanza, a intuire il panorama a largo dell’oceano: risalire fiumi, addentrarsi in atolli, lingue di giungla, strettoie d’acqua tra canyon. In breve, andare in crociera sfuggendo i soliti itinerari, il già visto, il già vissuto.

 

Le proposte abbondano, come accennano questi X esempi scelti per voi. Un assaggio, una selezione ragionata tra alternative sterminate. Con qualche tratto comune: l’alto livello dell’accoglienza, la cura del dettaglio nell’ospitalità, si tratti di gite brevi in una baia o di una settimana nell’agio di uno yacht. Lusso che non si risolve mai in sé stesso, perché va bene sbirciare isolotti di palme dall’oblò sciogliendosi in un massaggio balinese, ma la meraviglia è azione: stringere la mano al capo di una tribù nell’Amazzonia, avvicinarsi a una manta, sfidare lo sguardo di un orso polare nel suo habitat, meditare cullati dalle onde, mentre il cielo s’accende di luce.  

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti