Società

Le chicche viste al Pitti

Un uomo sobrio, elegante, attento ai dettagli e ai nuovi materiali tecnici - La potenza del made in Italy - Lo Speciale di Icon - Vip e gente comune

 

In tempi di crisi non ci si può permettere di fare troppo i brillanti. E lo sanno bene le maison e gli stilisti che, per l'edizione numero 83 di Pitti Immagine si sono riproposti di puntare sulla sobrietà. Meglio puntare su pochi capi base, veri e propri evergreen e concedersi il lusso di arricchire il proprio guardaroba con tessuti e tagli tipici dell'artigianalità italiana e del made in Italy che ci contraddistingue nel mondo, piuttosto che sfoggiare pezzi, magari di tendenza, ma che poi si fatica a portare a lungo. L'uomo può quindi ricominciare (finalmente, diciamo noi) a vestire di blu, bordeaux, grigio, marrone e nero, pur sfoggiando qualche tocco eccentrico e artistico attraverso gli accessori che ne definiscono il look. L'autunno/inverso 2013-14 vede infatti protagonista un uomo, sì vanitoso, ma mai melenso e con un grande senso del gusto per lusso ed estetica!

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti