Società

Polly, la maestra d'inglese per bambini

Ricomincia, a partire da lunedì 13 maggio, su Nick Jr, "1,2,3...Perché? Impara l'inglese con me". Perché i più piccoli sono in grado di assorbire come spugne tutti gli stimoli esterni, divertendosi

L'attrice e doppiatrice Teresa Pascarelli nei panni di Polly con il suo pesce Bubble

“Kids first. E’ da questo semplice concetto, talvolta difficile da applicare, che nasce l’esigenza di un programma visto non solamente con gli occhi di un bambino, ma soprattutto dalla loro altezza”. Così Daniela Di Maio, responsabile del network Nickelodeon Italia, spiega il perché della scelta di instradare i bambini, fin dalla più tenera età, all’utilizzo di una seconda lingua come l’inglese.

E così, dopo il grande successo della prima stagione, da lunedì 13 maggio alle 8.30 torna su Nick jr (sui canali 603 e 604 di Sky) una nuova stagione con episodi inediti di “1,2,3... perchè? Impara l'inglese con me” un momento in cui i bambini dai tre ai sei anni imparano l’inglese divertendosi attraverso il Bilingual Method.

Ma davvero così piccoli sono in grado di apprendere una seconda lingua semplicemente guardando la televisione?

“I bimbi sono una spugna, assorbono tutto quello che li circonda e captano anche gli stimoli che per noi adulti magari sono insignificanti: l’obiettivo è quindi quello di educarli attraverso il gioco, con un linguaggio divertente ma messaggi definiti - continua la responsabile - Certo, non devono essere lasciati soli davanti al teleschermo, la presenza del genitore è indispensabile, e il tutto deve essere visto come un momento di condivisione oltre che di apprendimento”.

In modo fresco, vivace, moderno e soprattutto colorato, “1,2,3... perchè?” ha lo scopo di avvicinare i bambini in età pre-scolare all’apprendimento dell’inglese in maniera giocosa. Un progetto che segue tutta la filosofia “dell’imparare giocando” propria del canale NickJr: stimolare la naturale curiosità dei bambini, invitarli a sperimentare tutti i nuovi elementi del mondo con cui vengono a contatto per renderli fin da subito ricettivi e protagonisti.

“Il concept ruota attorno alla figura di Polly, interpretata dall’attrice e doppiatrice Teresa Pascarelli, un’eccentrica presentatrice che vive insieme al suo pesciolino Bubble, in un gigantesco libro pieno delle risposte alle domande più comuni dei bambini”, chiarisce DiMaio, “quesiti curiosi e tipici dei più piccoli a cui Polly, insieme al suo pesciolino rosso, risponderà in inglese avvalendosi di un vocabolario semplice per aiutare i telespettatori all’apprendimento del significato e alla musicalità della pronuncia”.

Quest’anno poi c’è una novità: Polly ogni venerdì risponderà alla domanda di un piccolo telespettatore, scegliendo tra quelle che arriveranno nella sezione dedicata sul sito del canale, www.nickjr.it. Inoltre, durante il suo percorso, Polly canterà, ballerà e mostrerà clip di “Dora L’esploratrice” e “Vai Diego!”, due cartoon che per primi hanno introdotto l’uso della lingua inglese.

Insomma i più scettici non hanno che da provare subito. Se poi, dopo due mesi e 50 puntate, i figli non avranno imparato nulla, sarà comunque stata una buona occasione per rispolverare qualche vocabolo o motivetto che magari non si usava dai tempi della scuola. "If you have a question and you want the answer, you can read a book..."

© Riproduzione Riservata

Commenti