Gossip

Wentworth Miller: "Sono gay e in Russia non ci vengo"

Coming out con polemica per l'attore reso celebre dalla serie tv Prison Break

Wentworth Miller (Credits: Gettyimages)

Wentworth Miller è gay. Erano anni che i pettegolezzi sulla presunta omosessualità del protagonista di Prison Break si rincorrevano, ma l'attore 41 enne ha sempre negato. Almeno fino ad oggi quando, invitato al Festival di San Pietroburgo ha cortesemente declinato inviando una lettera al Direttore della manifestazione nella quale si diceva "allarmato dalla pericolosa deriva omofoba della Russia".

"[…] Mi renderebbe felice poter dire di sì - scrive l'attore -  Tuttavia, in quanto gay, devo declinare l’invito. Sono profondamente turbato dall’attuale atteggiamento e trattamento degli uomini e delle donne gay da parte del governo russo. È una situazione assolutamente inaccettabile e non posso partecipare ad un evento organizzato da un Paese in cui vengono negati il diritto di vivere e amare a persone come me. Forse, se e quando le circostanze miglioreranno, sarò libero di fare una scelta diversa".

Il coming out con polemica ha fatto il giro del mondo sollevando il plauso dell'intera comunità omosessuale a livello mondiale indignata nei confronti della legge promulgata a fine giugno dal Presidente russo Vladimir Putin.

La nuova norma proibisce e punisce con multe la propaganda omosessuale in presenza di minori. La legge prevede sanzioni amministrative che vanno da 4mila a un milione di rubli (100 euro-25mila euro) a seconda se i responsabili siano semplici cittadini, funzionari pubblici o organizzazioni. 
La normativa allude alla propaganda di "relazioni sessuali non tradizionali" e non menziona in alcun modo l'omosessualità; e questo, secondo i detrattori è un'ulteriore aggravante, perchè non definendo cosa significa propaganda di "relazioni sessuali non tradizionali", lascia mano libera alle autorità di applicarla in maniera arbitraria.

"Non possiamo che congratularci per la coerenza, l’esempio e il coraggio del bell'attore" commenta la rivista online gayoggi che plaude al gesto di Wentworth Miller.

Non deve essere stato facile per lui che, in nome del successo e delle possibilità lavorative date dal suo fisico prestante e dall'aspetto attraente aveva scelto di negare la propria omosessualità davanti all'opinione pubblica. Nel 2007 Wentworth aveva infatti dichiarato: "Non sono gay, ma quel pettegolezzo non può essere fermato. Mi piacerebbe avere una ragazza ed una famiglia, ma non ho ancora incontrato quella giusta. Fino ad allora mi concentrerò sul lavoro. Ho dovuto aspettare così a lungo per questa occasione e mi voglio gustare ogni secondo sul set, anche se ciò significa girare per 14 ore al giorno."

© Riproduzione Riservata

Commenti