Gossip

Nicola Savino tra tecnologia, radio e tv

"Con grande umiltà e con la massima ironia". Così si legge sul profilo Twitter del conduttore radiofonico e televisivo che resta un ragazzo con i piedi per terra nonostante si appresti a tornare protagonista della stagione con tante novità

Nicola Savino

E’ stato uno dei primi a puntare su un social network come Twitter e in un momento in cui il pionierismo la fa da padrone, Nicola Savino ci ha visto lungo. Ma anche adesso, che è “seguito” da 680.955, e che si appresta a fare da capitano alla squadra di Quelli che il calcio e a tornare al timone del game show targato Rai2 Un minuto per vincere, non si è montato la testa e il suo profilo rispecchia ciò che è veramente il mattatore di Radio Deejay: una persona umile che affronta la vita con la massima ironia.

“Ho passato due settimane in Grecia con la mia famiglia e sono stato in pedalò non su uno yacht”, scherza Nicola Savino, “e ogni santo giorno ho mia moglie e mia figlia che mi tengono con i piedi per terra. E poi non ho tempo di montarmi la testa!”. Sì, perché il conduttore si appresta ad iniziare una stagione ricca di impegni e sorprese: due programmi in Rai oltre alla striscia quotidiana radiofonica condotta in tandem con Linus.

Ti farai installare uno schermo per vedere la “tua” pazza Inter durante Quelli che il calcio?

“Ci ho pensato seriamente ma poi m distrarrebbe troppo: quando guardo i neroazzurri io perdo un po’ la testa, mi lascio prendere dal momento e non sarei più in grado di seguire il resto. Penso che cercherò di essere il più responsabile possibile e tratterò l’Inter come qualsiasi altra squadra”.

Cosa ne pensi del fatto che Moratti voglia cedere all’indonesiano Thohir l’Inter?

“Per me sarebbe un grandissimo dolore. Sarebbe come vendere una parte del Duomo di Milano o il risotto alla milanese. Una scelta che cambierebbe per sempre la storia della città e della squadra perché la famiglia Moratti è l’Inter”.

Per restare in tema calcistico, ti mancava solo L’isola dei famosi e poi quest’anno avresti realizzato tu il “triplete” di Mourinho.

“In un momento di crisi in cui in tanti fanno fatica ad arrivare a fine mese sarebbe stata una mossa sbagliata mandare un gruppo di privilegiati a godersi le vacanze in qualche isola caraibica a spese di coloro che a fatica pagano il canone”.

Tra le novità della trasmissione Un minuto per vincere c’è anche il live twitting dove il pubblico da casa avrà la possibilità di interagire  ed essere coinvolto durante tutta la puntata grazie ai cinguettii che ognuno invierà dalla propria poltrona. Ormai non si vive più senza tecnologia…

“Twitter è diventato ormai un vero e proprio mezzo di informazione: molto più veloce e immediato di tanti siti. Se segui questo social sai tutto prima di tutti! Io lo utilizzo tantissimo per piacere e per lavoro. E da poco sto usando anche Instagram”.

Quali sono le altre applicazioni di cui non puoi fare a meno sul tuo smartphone?

“Sono tantissime, ma ad alcune sono proprio affezionato. Ad esempio iTorcia è fantastico quando al ristorante è buio e non riesci nemmeno a leggere il menù (ride, ndr) oppure il classico WhatsApp per messaggi tra amici e poi ho tante applicazioni di giochi tipo iScopa oppure Shazam e poi Fifa sull’iPad. Ah dimenticavo, anche l’App ilMeteo è indispensabile!”.

© Riproduzione Riservata

Commenti