Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Gossip

Rihanna e Chris Brown tornano insieme. Ecco la loro storia fra baci, pianti, pentimenti e botte

Dopo i molti rumors, un incontro galeotto in un club di New York certificherebbe il definitivo ritorno di fiamma - La fotostoria della coppia

Rihanna in uno scatto postato su Facebook – Credits: Facebook

Rihanna e Chris Brown di nuovo insieme? Dagli States giurano di sì: secondo USA Today, i due sarebbero stati pizzicati da “più testimoni” mentre “si baciavano” in un locale di New York. Dopo le botte, la lunga lontananza e i rumors (spesso campati per aria) su un possibile ritorno di fiamma, ecco quindi la prova che certificherebbe come tra i due l’amore non sia davvero mai tramontato.

Ma vediamo nel dettaglio ciò che rimbalza dal mondo del gossip. Lunedì la popstar delle Barbados e il rapper americano si sono incontrati al nightclub Griffin di Manhattan. Lì avrebbero ballato insieme per diverse ore fino a quando, tra un’effusione e l’altra, sarebbero spariti per circa 20 minuti nei bagni del locale.

Nonostante i fatti siano stati confermati da numerosi presenti, c’è anche chi sostiene che si tratti di “una balla colossale”. Il Dj di turno al mixer afferma infatti di averli avuti davanti agli occhi per tutta la serata, escludendo in tal modo la toccata e fuga alla toilette.

Sta di fatto che i due presunti piccioncini sarebbero usciti dal club verso le 5.30 del mattino e lui, da buon cavaliere, avrebbe accompagnato la sua bella fino in hotel. Ma non è tutto: ad avvalorare la tesi del ritrovato feeling, c’è la contemporanea notizia della rottura tra Chris Brown e l’ormai ex fidanzata Karrueche Tran. Il cantante ha infatti confessato a HollywoodLife: “Ho deciso di tornare single per concentrarmi sulla mia carriera”. La spiegazione, alla luce degli ultimi sviluppi, non pare del tutto sincera, ma la replica di Karrueche, arrivata via Twitter, è stata comunque molto pacata: “Ciao bellezza”.

C’è infine un ultimo indizio. Su Instagram è spuntata fuori (chissà quanto casualmente) una foto che ritrae il duo Brown-Rihanna al concerto Jay-Z, svoltosi mercoledì al Barclays Center di Brooklyn. Nulla di strano, se non fosse che un braccio del rapper risulta molto vicino alla schiena della cantante. Insomma, niente di trascendentale, ma la posa affettuosa fa emergere più di qualche sospetto.

In attesa di ulteriori news (l’ultimissima: lui ha ammesso di amare sia la Tran che Rihanna) vale la pena ripercorrere alcune delle tappe chiave di questa ingarbugliatissima storia d’amore, che entra di diritto nella Top 3 delle soap opera del momento (le altre due, ovviamente, sono Stewart-Pattinson e Fico-Balotelli ).

L’amore e le botte
Il Bad Romance inizia nel 2007, quando i due entrano in contatto per collaborare al singolo Cinderella Under My Umbrella, remix della hit Umbrella. Le prime uscite sono galeotte, spesso lontane dai flash dei fotografi e da sguardi indiscreti. Dopo svariate paparazzate e pettegolezzi sempre più insistenti, nel 2008 la relazione diventa però un fatto conclamato. Come sempre, i rotocalchi trasformano la loro unione nel classico scenario da sogno: sono belli, giovani e famosi e nulla sembra poter scalfire il fantastico idillio.

E invece nel febbraio 2009 accade l’impensabile: alla vigilia della cinquantunesima cerimonia dei Grammy Awards, scoppia una furibonda lite domestica (i motivi non sono mai stati chiariti fino in fondo), e ad avere la peggio è ovviamente Rihanna, che viene picchiata in modo selvaggio. Chris Brown viene arrestato, mentre le foto del viso tumefatto della cantante rimpallano da un giornale all’altro, lasciando sotto shock milioni di fan.

La condanna, il pentimento e (forse) il perdono
Il rapper inizialmente respinge le accuse di maltrattamento, ma è poi costretto a cedere all’evidenza. Sull’altra sponda Ri-Ri, divenuta rapidamente una paladina della violenza contro le donne, testimonia in tribunale contro l’ormai ex compagno, bollandolo tra l’altro come un uomo violento e crudele. La giustizia fa il proprio corso e il manesco Brown viene condannato dai giudici a cinque anni di libertà vigilata, con servizio alla comunità e l'obbligo di essere seguito da esperti di violenza domestica.

Fine della storia? Neanche per idea: ad alcuni mesi di distanza dal fattaccio, il bad boy dà il via al mea culpa su tv e giornali (spunterà anche un video messaggio). Il tenore delle dichiarazioni è più o meno sempre lo stesso: "Sono molto dispiaciuto e mi vergogno profondamente per quello che ho fatto". I messaggi fanno breccia (sebbene non esista prova ufficiale), se è vero che molto tempo dopo il solito beninformato si spingerà a dire che nonostante il dolore Rihanna ha perdonato il suo aguzzino.

Il riavvicinamento
Le stagioni passano e ai due giovani vengono attribuiti, non sempre con cognizione di causa, flirt a valanga. Giusto per rimanere a Rihanna: i cestisti Andrew Bynum e J.R. Smith, il giocatore di baseball Matt Kemp, il running back degli Oakland Raiders Darren McFadden, i cantanti Drake, Rick Ross e Kanye West, l'attore Ashton Kutcher.

Eppure, nell’ultimo anno, inizia a tirare un’aria strana. A febbraio Rihanna e CB tornano incredibilmente a collaborare, sfornando un paio di pezzi. Poi, per tutta la primavera successiva si rincorrono voci sui loro incontri neanche troppo segreti nei locali di Los Angeles. I mormorii si fanno più insistenti: si stanno riavvicinando?

Ma la vera svolta giunge in estate. Nell’ordine: si incrociano a Cannes, lui fa (forse) visita su uno yacht, lei va da Oprah e piange a dirotto , confessando di amarlo ancora. E ancora: Chris Brown dice di volerci riprovare , il due si abbracciano agli MTV Video Music Awards di settembre, su Twitter si lanciano vicendevolmente cinguettii al miele . Insomma, un crescendo che ora sembrerebbe portare a una certezza: le due star sono nuovamente una coppia.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>