Gossip

Olivia Wilde delusa dal suo ex marito: mi annoiavo a letto con Ruspoli

L'attrice durante un evento: "Non puoi mentire sulla tua vagina" Non c'è nessuna ragione per sacrificare la tua femminilità. Le donne devono pensare con quella

 

Il maschio latino non esiste più. Parola di Olivia Wilde che  non ha risparmiato l'ex marito, il conte italiano Teo Ruspoli, accusato di essere poco focoso a letto: "Alla cena di Natale a tuoi famigliarii puoi tenere nascosto tutto - ha ironizzato - ma non puoi mentire sulla tua vagina" ha detto durante un evento organizzato da Glamour a New York intitolato "I monologhi della vagina".

"Qualche volta la tua vagina muore - ha spiegato la Wilde - Quando capita è tempo di andare. Non c'è nessuna ragione per sacrificare la tua femminilità per una sorta di strano senso di responsabilità verso qualcuno che potrebbe non essere quello giusto. Le donne devono pensare con la vagina".

Olivia ha poi continuato il monologo svelando anche le sue fantasie omosessuali. "Dopo il divorzio mi sentivo sola - ha confessato - Ho preso in considerazione l'idea di avere una sorta di relazione lesbica: solo baci gentili e sesso orale".

Poi un breve commento - ma incisivo - sulla situazione attuale con Jason Sudeikis : "Mi fa sentire felice, sicura di me, selvaggia. Facciamo sesso come due maratoneti del Kenya".

© Riproduzione Riservata

Commenti