Doveva essere il giorno di Amber Heard, il momento in cui snocciolare davanti al giudice le ragioni per le quali l’attrice ha mosso pesanti accuse di violenza domestica nei confronti dell’ex marito Johnny Depp dal quale è separata dallo scorso 21 maggio.

Il momento della verità, invece, non c’è stato.

Amber, infatti, in Tribunale, ha fatto scena muta. E’ arrivata al cospetto del giudice con un’ora e mezzo di ritardo nascosta dietro grandi occhiali scuri e non ha aperto bocca limitandosi a chiedere ai suoi legali di giungere al più presto all’accordo economico.

Mancando l'accusatrice prima gli altri testimoni, dai portieri dell’abitazione alle forze dell’ordine locali intervenute sul posto, si sono presentati in aula per niente.

Dopo 10 ore di discussione gli avvocati non hanno, come prevedibile, raggiunto l’accordo economico e quindi al momento il match è sospeso e rimandato al secondo round.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti