Società

Flirtare è come seguire un corso di autostima

È uno dei motivi per cui si corteggia, o ci si lascia corteggiare. Lo suggeriscono gli psicologi, che indicano anche come farlo senza finire nei guai

Credits: Illustrazioni di Ilaria Cheloni - Dpa

Ogni tanto la scienza si occupa di frivolezze, e lo fa fingendo pure una certa serietà. Così alcuni psicologi (Università del Kentucky e Northern Illinois, per esempio) si sono messi a discettare sulle ragioni per le quali si flirta e sui modi più sicuri per evitare passi falsi. Avvertenza conclusiva: spesso gli uomini sopravvalutano i segnali di disponibilità delle donne. Vanno compresi, però: è un comportamento selezionato dall’evoluzione per aumentare al massimo la possibilità di trasmettere i propri geni.

PER DIVERTIRSI
È il tipico flirt sul luogo di lavoro. Allevia tensione e stress, crea empatia verso gli altri. Fondamentale non spingersi oltre per non suscitare gelosie o pettegolezzi. Utile anche per ottenere favori (scopo meno nobile, ma molto diffuso).

PER AMORE
Continuare, anche per gioco, a corteggiarsi migliora la relazione di coppia e minimizza la conflittualità. Preferibile non esercitarsi con estranei.

PER IL DNA
Il motivo più darwiniano: selezionare un compagno per riprodurre i propri geni. Si procede per prove ed errori (basta non esagerare con gli errori).

PER AUTOSTIMA
Flirtare con sconosciuti equivale a un continuo sondaggio su di sé. Meglio però non concludere troppo in fretta (anche per prolungare l’indagine).

Leggi Panorama on line

© Riproduzione Riservata

Commenti