Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Società

Feste Vip: la settimana dei party made in Italy

Da Cartier al Baretto ecco cosa è successo e succederà nel corso di questi sette giorni

La splendida Darina Pavlova, Iva Ivanova e Osvaldo De Santis (presidente 20 Century Fox Italia) durante la festa per premiazione alla fondazione Italia Usa (Credits: Ufficio Stampa)

Vogliamo cogliere il "colore" delle feste vip made in Italy e farvelo conoscere volendo essere molto trasversali: dalla Camera dei Deputati alla discoteca, da Cartier alla festa country, e quindi partiamo per questa nuova avventura.

Folla nell’Aula Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, alla consegna del prestigioso Premio America, promosso dalla Fondazione Italia-Usa presieduta dal senatore Lucio D’Ubaldo. C’erano anche le onorevoli Pdl Maria Stella Gelmini, Catia Polidori e Gabriella Giammanco a consegnare i riconoscimenti ai premiati di rango come l’ugola d’oro Andrea Bocelli, il direttore di Raitre Antonio Di Bella, la direttrice di Vogue Franca Sozzani, Massimo Ferragamo, la showgirl Justine Mattera, Jeremy Rifkin (Foundation on Economic Trends) e Peter F. Secchia (Gerard R. Ford Foundation). Occhi sono stati puntati su Darina Pavlova,  bella e ricchissima imprenditrice bulgara  premiata per aver ideato e prodotto il programma tv “Sognando Italia”, andato in onda la scorsa stagione su Rete4.

Giusto il tempo di cambiarsi d’abito, e poi via, all’hotel Majestic, regno dello di Filippo La Mantia, per un dinner blindato e placè solo per 70 happy few. Il ristorante di La Mantia è ormai il ritrovo vip più gettonato di Roma: pensate che alla festa per il matrimonio dello chef erano state invitate più di mille persone. Sempre qui la cena di Swarovski per la Lilt, starring Vittoria Puccini che non ha ancora dimenticato il suo ex Alessandro Preziosi. Se Roma funziona, Milano ha "partorito" più di venti eventi in una settimana: grande folla per la doppia inaugurazione del negozio Cartier, un gioiello su quattro piani in via Montenapoleone. Monica Bellucci è stata la madrina della prima serata alla quale hanno partecipato solo i maggiori clienti di Cartier; la sera dopo numerosi ospiti del mondo dello spettacolo, da Filippa Lagerback a Gaia Bermani Amaral sino alle ex veline, tuttora amiche per la pelle, Elisabetta Canalis (un pò inbronciata: forse il red carpet all'entrata le aveva ricordato quelli "calpestati" con il suo ex George Clooney) e Maddalena Corvaglia.

Cristiano Malgioglio, di strass vestito, è stato come sempre il più acclamato: dai bambini agli anziani, idolo di tutti forse perchè umano. E che dire del "Country Party" a sostegno dei bambini del Sudan? Una vera festa con orchestrine, bancarelle e animali da cortile diretta da Federica Balestrieri con l'associazione Sudin Onlus: presenti Franco e Umberta Gussalli Beretta, Sandra Vezza, patron di Gufram, Paola Manfrin, Arturo Artom con Alessandra Repini e Donata Berger.

Altro giro, altra corsa: cena in onore di "Tutti i santi giorni", ultima fatica di Paolo Virzi. Al ristorante "Casa Tua", Pascal Vicedomini, ideatore della rassegna "Capri Hollywood", dopo  la proiezione del film, ha ricevuto il regista, i due straordinari attori Luca Marinelli e Thony, e numerosi amici tra cui la sempre splendida Dalila Di Lazzaro che parlava delle sue esperienze alla Factoty di Andy Wharol (ma quanti anni sono passati?), Nina Senicar, in volo verso gli States per un importante provino, l'ex "gieffina" Carolina Marconi con la mamma Soraya (ma che nome!). La pierre Alessandra Grillo ha cantato canzoni di Mina, applaudita anche da Virzì.

All'Hotel Bulgari colazione per le donne che hanno contribuito a restaurare i capolavori del Museo Poldi Pezzoli: riceveva Marta Marzotto per una sorta di delizioso déjeuner sur l'herbe.  Corriamo al tè di Massimo Crivelli: qui i convitati si chiedevano se sono davvero finite le liason tra Francesco Facchinetti e Alessia Marcuzzi, e tra Ambra Angiolini e Francesco Renga.

Ai posteri l'ardua sentenza mentre ci prepariamo per le feste dei prossimi giorni di cui vi riferiremo ampiamente  la prossima settimana: domani sera i 50 anni del Baretto, ristò frequentato da sempre da imprenditori, politici e personaggi dello spettacolo. Ci saranno tutti! Il giorno dopo Daniela Javarone festeggia Sergio Zavoli, lo scrittore quasi novantenne, e il suo libro "Il ragazzo che io fui", e poi Gabriella Dompè per una cena tra amici al neonato Byblos, ma ci aspetta a Roma anche la nostra amica Isabella Orsini per una sorpresa di cui vi riferiremo... e poi una colazione con il sindaco. Di quale città? Un'aiutino: è un uomo che non si concede mai...

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>