Società

Da Vladimir Luxuria a Gina Lollobrigida: ecco come passeranno la notte di San Silvestro i vip

Dai capodanno low cost ai party più esclusivi. Mille modi per salutare l'anno nuovo

Vladimir Luxuria (Credits: Olycom)

Le celebrità di casa nostra hanno scelto: Capodanno low cost per la maggior parte dei volti noti del cinema, televisione, starlette & socialite. Vladimir Luxuria ha preso talmente sul serio la faccenda del low cost, che ha prenotato un volo per Bristol con una compagnia aerea no frills, senza fronzoli e a costo contenuto, per festeggiare con la sorella Laura. "Capodanno per noi è l'occasione per stare un pò insieme. Ho sempre amato l'Inghilterra, e poi, visto che qui c'è un ora in meno di fuso orario rispetto all'Italia, festeggeremo due volte! Alla mezzanotte italiana e alla mezzanotte inglese. Noi, in famiglia, facciamo le cose per bene".

Anche se qualcuno ha fatto meglio: l'attore e regista Michele Placido e la moglie Federica, sposi da pochi mesi, stapperanno lo champagne a Guadalupe quando in Italia saranno ormai le cinque del mattino. Poco male, a beneficio di parenti e amici stretti inizieranno a fare le telefonate di auguri dalle sette del pomeriggio (di Guadalupe) in poi.

Meno "low cost" i viaggi di San Silvestro di Manuela Arcuri, Nicole Minetti, Raffaella Zardo, Claudia Galanti e Giacomo Urtis. La "Manuelona nazionale" sarà in un presigioso resort a Marrakech, lontano però dal mare. Dovrà accontentarsi di una piscina larga come un atollo e tanti massaggi presso la spa del luogo. Il trio di belle fanciulle Minetti, Galanti e Zardo ammirerà i fuochi d'artificio dall'ultimo piano di un megahotel di Miami: tutti pensavano che la quasi ex Consigliera Regionale avrebbe salutato il nuovo anno nella grande mela in compagnia del "king" della ristorazione Giuseppe Cipriani. Invece i due non hanno fatto in tempo a tagliare insieme il panettone.

Il chirurgo di reali e dive Urtis, incerto fino all'ultimo visto il centinaio di inviti ricevuti, ha scelto una crociera privata in quel di Dubai con equipaggio molto vip e molto top secret. Tante le cene in casa: Vasco Rossi e la sua Laura aspetteranno lontano da tutto e da tutti il nuovo anno, il primo con la fede al dito.

Alba Parietti ha invitato gli amici a Courmayeur. "Pochi ma buoni, il menù vedrà piatti tradizionali come i classici agnolotti ma anche specialità della mia terra. Fonduta, bagnacauda e per finire un enorme panettone ricoperto di cioccolata e pure la panna. Allo scoccare della mezzanotte farò buoni propositi per il 2013, sperando che anche chi ha in mano le sorti dell'Italia faccia lo stesso".

Il conduttore di Mattina in Famiglia Tiberio Timberi ha scelto di stare tra pochi amici: "solo pochissime persone. Vorrei una cena dove posso stare calmo e tranquillo: conto di essere a letto per mezzanotte e un minuto. Per stanchezza ma anche per sobrietà. Non ho mai amato capodanno, ricchi premi e cotillons, trenini vari e mio amico Charlie Brown. Quando sento i coretti provo una tale repulsione che devo prendere il Malox".

La showgirl Anna Laura Ribas, generalmente in Brasile a san Silvestro, ha scelto anche lei il basso profilo optando per una cena a Milano "dove tutti, però, dovranno essere vestiti di bianco. Nel mio Paese ogni colore attira un tipo di energia. Il bianco attira l'energia positiva e per il prossimo anno ce ne sarà tanto bisogno. Ho già avvertito i vicini perchè mi perdonino per il chiasso che faremo e ho già comperato il vestitino bianco per il mio cane, Gregorio, che a sedici anni e mezzo di energia ne ha ancora da vendere!". Sarà come essere in casa o in famiglia per Lina Wertmuller e Mara Venier.

La grintosa regista, ospite di Pascal Vicedomini e del festival cinematografico da lui ideato "Capri Hollywood", festeggerà sull'isola in compagnia degli amici vecchi e nuovi, da Enrico Vanzina, Franco Nero, Alessandro Haber al regista americano Antoine Fuqua, con una sobria cena al Villaverde club, "dove mangio la pizza migliore del mondo", dice la cliente fissa Mariah Carey, ascoltando il concerto di Enzo Gragnianiello. Dopo aver cucinato per gli amici e la famiglia, la presentatrice tra le più amate dagli italiani, Mara Venier, si concederà una cena, quella di San Silvestro, nel quartier generale culinario di Gianfranco Vissani a Baschi, in Umbria. Per lei ed il marito Nicola Carraro menù a base di salmone scozzese con insalatina di agrumi, rognonata di vitello, fettuccine al sugo finto, risotto con astice e zucchine, branzino, agnello e un delizioso Mont Blanc.

C'è chi approfitterà dell'ultimo giorno del 2012 per presentare un libro: Marina Ripa di Meana ad esempio, che al Miramonti di Cortina, alle sette del pomeriggio del 31 svelerà ad un plotone di amici la sua ultima fatica dal titolo "Invecchierò ma con calma". "Dopo però cena tradizionale, balli e cotillon. Se mi sono ricordata di invitare tutti gli amici? Che problema c'è, a Cortina a capodanno gli amici ci sono già. Quattro passi e sono alla mia festa".

Anche Vittorio Sgarbi presenterà il suo nuovo libro a Ginosa in provincia di Taranto. "Con l'occasione mi vado a fare qualche camicia su misura dal camiciaio che l'ha confezionata per il principe William d'Inghilterra il giorno delle sue nozze. Poi, dopo, mi trasferirò in una albergo splendido creato all'interno dei sassi di Matera senza alterarne la struttura. Una meraviglia". Generalmente però per Capodanno l'onorevole Sgarbi sceglie tra tre opzioni: "Mi presento alla festa a cui sono stato invitato uscendo da casa un'ora dopo rispetto al tempo necessario a raggiungerla. Ad esempio, dovendo andare da Roma a Positano, invece di partire due ore prima della mezzanotte parto alle 23. Così quando scatta l'ora zero mi fermo al lato della strada, accanto ad un panorama stupendo se c'è la luce della luna, festeggiando solo con il mio autista e la persona che è con me in macchina. Poi mi rimetto in marcia e arrivo alla festa quando l'atmosfera è più tranquilla perchè è terminata l'euforia degli auguri, dei brindisi dei botti e fuochi d'artificio. Io la chiamo la variante classica.

Poi c'è la romantica, ovvero capodanno a Rho con i miei genitori organizzato da mia sorella, con letture dei grandi scrittori italiani come Umberto Eco e simili. Nonostante il clima colto si finisce, mia sorella intendo, sempre a sparare i botti. C'è una gara feroce, mai codificata ma sentita e forte, tra mia sorella e i vicini della casa di fronte. Fanno a chi spara più botti, a chi ne ha di più. E non si risparmiano tranelli all'ultimo sangue. Mia sorella ad esempio dopo centinaia di botti fa finta di averli finiti così i dirimpettai sparano tutti quelli che anno. Salvo che, dopo un minuto di silenzio, mia sorella ricomincia come a dare la stoccata finale. Quest'anno, con la presentazione del libro a Ginosa, ho scelto la variante culturale".

C'è chi, purtroppo, nonostante la valanga di inviti, è costretta a rimanere in casa. "Sono influenzata", dice con classe nonostante il naso chiuso la divina Gina Lollobrigida. "Non mi muovo per adesso, ho preso un pò di raffreddore e voglio guarire bene. Altrimenti i sintomi si protraggono, fastidiosi, a lungo". La sua assistente ha detto che l'attrice, prima del raffreddore, ha vagliato a lungo ogni invito, preoccupata di offendere qualcuno scegliendo un ricevimento piuttosto che un altro. Che la signora, conosciuta per il suo garbo, abbia deciso di parlare di malanno per non scontentare nessuno dei suoi amici?

© Riproduzione Riservata

Commenti