Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Società

Da Kate Moss e il principe Harry: i vip coinvolti nello scandalo-cocaina

C'è chi, nonostante il clamore mediatico e le condanne, non ha avuto la carriera rovinata, altri invece sono stati meno fortunati...

Kate Moss

Kate Moss, nel 2005 è stata coinvolta in uno scandalo-cocaina

Scandali a base di droga che hanno portato ad un bivio la carriera dei vip coinvolti. Negli ultimi anni i casi sono stati molti: c'è chi si è fatto trovare con le mani nel sacco mentre sniffava cocaina, chi è stato fermato con la droga nella borsetta e chi è stato portato in ospedale in overdose dopo un festino.

In Italia nel 2005 ha fatto clamore lo scandalo in cui è stato coinvolto Lapo Elkann soccorso nell'appartamento torinese di un transessuale perché in overdose. Media di tutto il mondo si sono concentrati sulla vicenda e il nipote di Gianni Agnelli ci ha messo mesi per riprendersi e disintossicarsi. Lo scandalo sembrava aver dato un duro colpo all'immagine e alla carriera di Elkann ma non è stato così: nel 2006 ha creato il marchio Italia Independent e, l'anno dopo, una sua agenzia Independent Ideas, diventando così uno dei manager italiani più famosi nel mondo.

Stessa sorte è capitata a Kate Moss. La sua carriera non ha subito rallentamenti drastici, dopo lo scandalo-cocaina in cui è stata coinvolta. Pochi giorni prima l'overdose di Lapo, la supermodella inglese è stata pizzicata dalle telecamere a circuito chiuso di un locale mentre sniffava. Il clamore fu enorme e alcuni case di abbigliamento e di profumi hanno rescisso il contratto da testimonial della Moss. E' passato meno di un anno e la "ragazza del peccato" (come è stata definita da un tabloid) è tornata in passerella e ha firmato contratti esclusivi. Un chiaro esempio di come il nome sia più forte degli scandali.

Destino diverso lo ha avuto però il suo ex fidanzato, meno famoso di lei: Pete Doherty, cantante iperchiacchierato per la sua amicizia con gli eccessi. Alcol e droga hanno devastato la vita del musicista che entra ed esce dai rehab. Dopo essere stato messo più volte in carcere, la carriera ha avuto un brusco stop ed ora è impossibile immaginarsi che Doherty possa tornare agli antichi splendori come ai tempi con i Babyshambles.

Chi invece, nonostante i tanti piccoli e grandi scandali che l'hanno coinvolta, è andata dritta per la propria strada è Paris Hilton. Anche lei è stata più volte beccata con stupefacenti di vario genere nella borsetta (il caso più eclatante in un aeroporto giapponese) ma, alla fine, la sua immagine (e il suo portafoglio) non ne hanno risentito. Ora conduce un programma televisivo, è testimonial per alcune aziende internazionali e scrive libri, dimostrando così di essere una macchina da soldi consolidata.

In Italia è andata invece male a Paolo Calissano che non ha avuto le stesse fortune di Lapo Elkann. Le vicende sono simili. Anche l'attore venne trovato in un appartamento dopo un festino a base di cocaina. In questo caso però ci scappò il morto: una ballerina brasiliana il cui cuore non resse alla droga assunta. L'attore fu arrestato dalla squadra Mobile di Genova e trascorse qualche settimana in carcere prima di essere trasferito in una struttura di riabilitazione nel torinese. Qualche giorno fa su una rivista si è lamentato dicendo: "In Italia non mi fanno più lavorare, è il prezzo che devo pagare per i miei errori".

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>