Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Spazio

Non solo Curiosity: due nuove sonde per monitorare il clima spaziale

Una nuova missione Nasa per monitorare tutti i cambiamenti che possono influenzare o disturbare la vita sul nostro pianeta

Rbsp

I satelliti Rbsp – Credits: Nasa

D’accordo, la missione non sarà spettacolare come quella su Marte , ma gli obiettivi scientifici delle sonde RBSP (Radiation Belt Storm Probes ), lanciate venerdì scorso dalla Nasa, non sono certo meno importanti. Le due sonde gemelle orbiteranno infatti la Terra per monitorare il "clima spaziale", cioè tutti i cambiamenti (dall'attività magnetica del Sole al flusso di raggi cosmici) che possono influenzare o disturbare la vita sul nostro pianeta.

Si posizioneranno all’interno della “cintura di radiazione”, la zona dello spazio spessa fino a 50 mila km che avvolge il nostro pianeta, dove si trovano particelle cariche (elettroni e protoni) intrappolate dal campo magnetico terrestre in due cinture concentriche a forma di ciambellone.

In questa regione, conosciuta anche come Fascia di Van Allen (in onore dello scienziato americano che la identificò), si scontrano le particelle trasportate dal vento solare con il campo elettromagnetico terrestre, originando le aurore boreali e le tempeste magnetiche che bloccano le comunicazioni o mandano in tilt gli apparecchi elettrici ed elettronici. Non solo: molti fenomeni atmosferici sono direttamente collegati a mutamenti nella cintura di radiazione.

Compito delle sonde sarà capire come e perché ciò avviene e inoltre analizzare l’intensità delle radiazioni cosmiche cui sono sottoposti gli astronauti. I satelliti RBSP studieranno le dinamiche e la fisica della cintura di radiazione, misurandone i campi magnetici, elettrici e i flussi di particelle che le attraversano, viaggiando ad altitudini comprese tra i 500 e i 38 mila Km, cioè spingendosi ad una distanza quasi tre volte quella del diametro della Terra.

Per cogliere e studiare le variazioni delle fasce di Van Allen, le sonde sono dotate ciascuna di cinque identici strumenti di rilevazione e dovranno viaggiare sempre sullo stesso percorso, appaiate ma a una certa distanza spazio temporale l’una dall’altra. Il costo della missione, che durerà due anni, è di quasi 700 milioni di dollari e s’inserisce nell’ambito del progetto “living with a star” finalizzato a studiare le interazioni dell’attività del Sole con l’ambiente, il clima e la meteorologia terrestre.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>