Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Spazio

Google Earth per la Via Lattea?

Si chiama 100.000 Stars e - per ora - è solo un bellissimo esperimento

Verrà il giorno in cui Google Earth, dopo aver esplorato gli abissi oceanici , lascerà la Terra e si addentrerà (magari con una versione di Street View per i gli esopianeti) nei meandri dello spazio infinito. Tra  cento o mille anni, magari, avremo anche bisogno di una mappa galattica per viaggiare tra i sistemi solari con le nostre astronavi ad anti-materia.

Quel giorno ci si ricorderà dell’epoca preistorica in cui viviamo ora come quella in cui è nato “Google Milky Way”, il Google Earth per la Via Lattea. Per ora, però, si chiama solo 100.000 Stars ed è uno spettacolare esperimento di Google che ci mostra su una mappa interattiva e tridimensionale, proprio come quella di Google Earth, il nostro vicinato stellare, fino ad arrivare a guardare la Via Lattea da lontano in tutto il suo splendore e renderci conto che siamo solo un minuscolo puntino luminoso situato in un’area piuttosto anonima verso l’esterno della spirale galattica.,

Il funzionamento della mappa è semplice e ricorda quello di alcuni software web-based (come ad esempio The Scale of the Universe ) che permettono di passare da oggetti di dimensioni relativamente ridotte a strutture gigantesche scorrendo con il mouse su un’apposita barra laterale (proprio come in Google Earth).

Partendo dal nostro splendido Sole potrete in pochi secondi uscire dal Sistema Solare, attraversare uno spazio relativamente buio e vuoto di un paio di anni luce, per poi osservare da lontano la Nube di Oort. Prima di arrivare a metà barra potrete già visualizzare le 100.000 Stelle del nostro vicinato e poi cominciare a guardare lo splendore della spirale galattica nel suo insieme.

Un giorno, quando viaggeremo per l’Universo a velocità pari a 10, 100, 1.000 volte quella della luce, quella sarà la nostra casa e per visitarla virtualmente, magari, useremo la versione aggiornata del software 100.000 Stelle di Google.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>